Foxconn: “Non costruiremo noi l’iPhone”

Foxconn nega di avere avuto da Apple l’incarico di costruire gli iPhone. La notizia, data quasi per certa, era emersa da un articolo dell’autorevole Wall Street Journal. Chi è l’assemblatore misterioso del telefono?

Non è Foxconn il partner di Apple nella costruzione di iPhone. A smentire la decine di siti che nei mesi scorsi avevano indicato nella società  Taiwanese l’anonimo assemblatore del telefono sono gli stessi vertici dell’azienda.

La precisazione è avvenuta nel corso di un incontro dedicato agli investitori della società , una filiale di Hon Hai Precision Industry. Parlando degli investimenti futuri e dei piani di espansione, Samuel Chin, Ceo della società , ha detto che le voci sul fatto che sarò proprio la sua azienda ad assemblare i telefoni sono false.

La fonte della notizia era decisamente autorevole. Fu infatti il Wall Street Journal a parlare per primo di Foxconn come assemblatore di iPhone. Alle voci le azioni di Foxconn crebbero in un solo giorno del 5%.

Chin non ha però smentito nè che in futuro la sua azienda potrebbe occuparsi di costruire il telefono nè il fatto che sia la casa madre che ha sede a Taiwan (mentre Foxconn è basata ad Hong Kong con impianti in Cina e in vari paesi asiatici), ad avere avuto l’incarico.