Adobe cambia regole, accetta le immagini generate da IA

Alcuni archivi di foto e immagini, inclusi quelli più famosi e gettonati come Getty Images, per il momento escludono le illustrazioni generate da Intelligenza artificiale IA, per timori legati al copyright, al contrario Adobe è tra i primi colossi ad ammetterle nel suo servizio Adobe Stock grazie all’ultimo aggiornamento delle policy e linee guida.

Gli utenti che desiderano inserire in Adobe Stock immagini generate da IA devono etichettarle espressamente come tali, oltre a richiedere l’autorizzazione per qualsiasi immagine, riferimento o richiesta di testo utilizzato per produrre l’immagine. Ricordiamo infatti che le IA di ultima generazione che stanno spopolando in rete sono in grado di creare immagini 2D e in alcuni casi anche 3D a partire da una descrizione testuale fornita dall’utente.

Per la stessa ragione le nuove regole Adobe vietano l’uso improprio dell’IA, escludendo così la possibilità per gli utenti di inviare più immagini generate a partire dalla stessa descrizione testuale. Come il buon senso suggerisce, è vietato usare descrizioni fuorvianti, ripetitive o anche vaghe. In ogni caso i lavori generati da IA possono essere caricati all’interno di Adobe Stock esclusivamente come illustrazioni e non come immagini, questo anche se sono fotorealistici.

Come avviene già per le immagini tradizionali, Adobe promette un indennizzo in caso di controversia sulla proprietà intellettuale, questo per utenti e contributor che hanno usato inconsapevolmente oggetti che violano diritti e proprietà altrui. In questo modo la multinazionale di Creative Cloud sembra aver trovato un equilibrio tra l’uso di nuove tecnologie evitando grattacapi legali e di copyright.

Manga contro AI, scontro sull’arte generata dal computer

Come Adobe, anche Shutterstock ha aperto alle immagini generate da IA ma con un approccio diverso, collaborando con OpenAI, società che ha creato DALL-E, una delle prime e più celebri IA in grado di creare illustrazioni a partire dal testo. L’irruzione di questo nuovo tipo di immagini solleva problemi legali e di copyright, ma anche perpelssità tra gli addetti ai lavori e persino nei concorsi.

Apple ha inserito ottimizzazioni e accelerazione hardware per generare immagini IA con Stable Diffusion su dispositivi e Mac con processori Apple Silicon. Per tutti gli articoli che parlano di Intelligenza Artificiale è possibile partire da questa pagina di macitynet.

Offerte Speciali

Chi prima arriva… Su Amazon trovate un iPad Pro 12,9 M2 da 2 TB in sconto del 21%

Su Amazon iPad 12,9 va in sconto del 21%. Risparmio di 220 euro sulla versione da 2 TB la più costosa che questa sera pagate meno della versione da 1 TB
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità