Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Evita la prigione ex avvocato Apple che sfruttava le anticipazioni sui risultati finanziari

Evita la prigione ex avvocato Apple che sfruttava le anticipazioni sui risultati finanziari

Gene Levoff, ex responsabile segretariato aziendale e diritto societario di Apple, è stato condannato a pagare una multa e a quattro anni di libertà vigilata per insider trading.

Lo riferisce Bloomberg spiegando che Levoff rischiava fino a due anni di carcere per appropriazione indebita, per avere sfruttato informazioni non pubbliche relative ai risultati finanziari di Apple ed avere effettuato operazioni riguardanti i titoli della società, attività perpetrata da febbraio 2011 ad aprile 2016.

La questione risale al 2019 (ne avevano parlato qui). Levoff faceva, tra le altre cose, parte del Disclosure Committee, commissione delle comunicazioni che esamina le relazioni trimestrali inviate alla SEC (l’ente statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori) prima della loro pubblicazione.

Sfruttando informazioni alle quali aveva accesso, Levoff sarebbe stato in grado di realizzare profitti che ammontano a 277.000$ da determinate commissioni sugli investimenti in un primo caso, ed evitare perdite per circa 377.000$ in diverso caso. Levoff avrebbe anche disatteso il cosiddetto “periodo di blackout”, indicando ad alcune persone dettagli relativi alla trimestrale in giorni precedenti alla presentazione ufficiale dei dati, contravvenendo alle policy aziendali sull’utilizzo illegale di informazioni riservate.

In quanto membro e co-presidente della Commissione di Apple che regola le comunicazioni, Levoff aveva accesso a risultati finanziari dell’azienda prima delle informative pubbliche, informazioni sfruttate per indebito arricchimento mediante una serie di transazioni finanziarie.

Aggiotaggio, evita la prigione ex avvocato Apple specializzato in strumenti finanziari
Foto di Yiorgos Ntrahas – Unsplash

Anche se teoricamente legato dal “periodo di blackout” (divieto di compiere, anche per conto di terzi, operazioni soggette a notifica, precedenti l’annuncio del bilancio di esercizio, delle relazioni trimestrali e di altri resoconti di gestione di Apple), Levoff avrebbe ripetutamente ignorato le direttive aziendali e negoziato scambi di azioni tenendo conto di informazioni riservate. In pratica Levoff comprava ad esempio grandi quantità di azioni Apple quando l’azienda stava per rivelare trimestrali con crescita e profitti, vendendo le stesse una volta che la notizia era pubblica o, viceversa, vendeva in anticipo le azioni in anticipo quando sapeva che l’azienda avrebbe presentato dati che non battevano le stime degli analisti di Wall Street.

A giugno Levoff si è dichiarato colpevole di sei capi di imputazione per frode finanziaria e insider trading e la sentenza è stata emessa il 7 dicembre. Oltre ai quattro anni in liberà vigilata, Levoff dovrà pagare una multa di circa 604.000$.

Il procuratore federale aveva sostenuto la necessità della pena detentiva per insider trading anche come deterrente per altri dirigenti aziendali per reati analoghi, ma il giudice che si è occupato del caso non ha ritenuto necessario il carcere perché Levoff ha perso il lavoro e non potrà più esercitare la professione legale.

Tutti gli articoli dedicati a Finanza e Mercato si trovano ai rispettivi collegamenti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità