Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Sistemi Operativi » Asahi Linux sfrutta peculiarità dei chip M1 e M2 che macOS ignora

Asahi Linux sfrutta peculiarità dei chip M1 e M2 che macOS ignora

Pubblicità

Lo sviluppatore Hector Martin, esperto di sicurezza informatica e uno degli sviluppatori del progetto Asahi Linux, fa notare che quest’ultima distribuzione di Linux integra il supporto a peculiarità degli Apple Silicon che al momento neanche Apple su macOS supporta.

Il primo riferimento è al Generic Interrupt Controller (GIC) in italiano “controller di interrupt generico”. Semplificando, un interrupt è un segnale che indica il “bisogno di attenzione” da parte di un hardware e che consente di fermare il programma in esecuzione per eseguire un compito importante. Il Virtual GIC Interrupt Controller è presente sugli M1, non è sfruttato da Apple, e sulle CPU con architetture ARM permette di sfruttare funzionalità utili per la virtualizzazione, migliorando le performance. Le API di Apple non sfruttano questa peculiarità hardware ed Hector ritiene che probabilmente non lo fa per dei bug dei quali invece la distribuzione GNU/Linux tiene conto.

Una diversa funzionalità offerta dai chip M2 è la Nested Virtualization (virtualizzazione nidificata) e – come il nome lascia intuire – permette di eseguire una macchina virtuale… all’interno di una macchina virtuale, una peculiarità di scarso interesse per il semplice utente ma che potrebbe essere utile in ambiti professionali.

Una terza funzione offerta dagli M2 è legata alla Branch Target Injection (BTI), una tecnica in grado di rendere gli elementi nella memoria del kernel disponibili per i processi utente, sfruttando un ritardo nel tempo necessario alla CPU per controllare la validità di una chiamata di accesso alla memoria; è stata sfruttata dall’exploit Spectre ma è utile per aumentare la velocità agendo su più istruzioni contemporaneamente, anche in ordine diverso rispetto a quello di immissione nella CPU.

Nei chip M2, Apple ha integrato una correzione che impedisce di sfruttare vulnerabilità dell’esecuzione speculativa come fa Spectre; il kernel di macOS non usa ancora tale possibilità mentre Asahi la sfrutta.

Asahi Linux ora in grado di sfruttare la GPU dei chip Mx di Apple

Discorsi tecnici a parte, è interessante notare che il team che si occupa di sviluppo hardware in Apple è slegato da quello che si occupa dei sistemi operativi e quindi non ha vincoli su ciò che ritiene utile integrare nei chip; probabilmente alcune peculiarità verranno sfruttare su future macchine (i Mac Pro con Apple Silicon?). Da evidenziare che in ogni caso, alcune funzionalità sono legate al set di istruzioni ARM che Apple deve in ogni caso gestire.

Per chi ama questo tipo di progetti è possibile seguire i progressu su GitHub . È anche possibile dare una mano com offerte susu Patreon o “sponsorizzando” Hector Martin, l’ideatore del progetto (al quale si deve l’installazione di Linux su PS4).

Il progetto è talmente interessante al punto che persino Linus Torvalds, il finlandese che più di trent’anni fa ha creato Linux, ha deciso di passare a un MacBook Air M2.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Fuori tutto Apple di Amazon, sconti da urlo su MacBook, Apple Watch e iPhone

Amazon sconta massicciamente una lunga serie di prodotti Apple. Ribassi su MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini, iPhone ed Apple Watch fino a quasi il 30%. Ecco tutti i migliori affari selezionati
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità