HomeHi-TechAndroid WorldApple e Google rimuovono l’app dell’opposizione in Russia

Apple e Google rimuovono l’app dell’opposizione in Russia

In Russia Apple e Google hanno rimosso dai rispettivi store l’app dell’avversario numero uno di Putin dedicata al “voto intelligente”. Questa cancellazione avviene all’inizio delle elezioni parlamentari russe, che si svolgeranno per tutto il fine settimana. Il Cremlino ha criticato a lungo Apple e Google per aver ospitato l’applicazione in questione, al centro di polemiche e che consente agli elettori russi di sapere quale candidato pro-opposizione sostenere nella loro circoscrizione.

La Russia ha minacciato Apple e altri big statunitensi del mondo IT paventando pesanti sanzioni se continuano a ospitare e fornire informazioni e app considerate illegali. Il governo ha alzato il tono attraverso il cosiddetto Roskomnadzor, letteralmente “Servizio federale per la supervisione nella sfera della connessione e comunicazione di massa”, comunicando di stare prendendo in considerazione sanzioni basate sul fatturato aziendale.

In altre parole, le multe potrebbero essere molto più pesanti delle precedenti. Giovedì scorso, i rappresentanti di Apple e Google sono stati convocati da un comitato per riferire su questo argomento. Si parla spesso di censura cinese di internet ma anche la Russia non scherza. apple google russia

Mikhail Klimarev, esperto IT della Internet Protection Society, ha riferito a Reuters che il Paese è molto avanti nel blocco di Internet. Di recente sono state bloccate le VPN quali Hola! VPN, ExpressVPN, KeepSolid VPN Unlimited, Nord VPN, Speedify VPN e IPVanish VPN, accusate di violare la legislazione russa, “in conformità con le regole di gestione centralizzata della rete di comunicazioni pubbliche”, approvate dalla Federazione il 12 febbraio di quest’anno.

Secondo il Roskomnadzor «L’uso del blocco dei servizi di bypass porta alla conservazione dell’accesso a informazioni e risorse vietate, crea le condizioni per attività illegali, comprese quelle relative alla distribuzione di droghe, alla pornografia infantile, all’estremismo e alle tendenze suicide».

“Rimuovere la app di Navalny dalle piattaforme è un vergognoso atto di censura politica. Il governo autoritario e la propaganda russa ne saranno felici”, ha scritto su Twitter Ivan Zhdanov, direttore dell’organizzazione di Navalny, citando Google e Apple. Il meccanismo del “voto intelligente” permette di indicare quale candidato alternativo votare allo scopo di far perdere Russia Unita.

Ricordiamo che Apple è stata multata in Russia per 12 milioni di dollari per violazione di norme antitrust, una sentenza contro cui Cupertino ha già presentato appello.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB con 104 euro di sconto, prezzo minimo di sempre

In offerta con sconto di più 80 € su Amazon il recente Mac mini con processore M1 con SSD da 256 GB.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,987FollowerSegui