Apple è la quarta società al mondo nei videogiochi, supera EA e Nintendo

Apple è una super potenza dei videogiochi: Cupertino supera Activision Blizzard, Electronics Arts, Nintendo e molti altri ancora. È la quarta società al mondo in questo settore e le previsioni da qui al 2022 sono a suo favore

Apple progetta il Netflix dei videogiochi in abbonamento

Big del settore e nomi storici del gaming devono fare i conti con Apple: grazie a iPhone, App Store e i giochi mobile Cupertino è superata solo da Tencent, Sony e Microsoft piazzandosi al quarto posto nella classifica delle più grandi società quotate in borsa in questo settore.

Volume e giro d’affari sono impressionanti: si stima che nel 2018 Cupertino abbia registrato un fatturato totale di 9,45 miliardi di dollari nel settore dei videogiochi, un incremento del 18% rispetto all’anno precedente.

Un risultato che rende Apple la quarta società al mondo nel gaming, superando colossi e marchi storici come Activision Blizzard che è quinta, Electronic Arts all’ottavo posto, Nintendo in nona posizione, Bandai Namco decima, Ubisoft 13esima e moltissime altre ancora. Non sorprende che Cupertino supera anche Google che è sesta in classifica.

Apple è la quarta società al mondo nei videogiochi, supera EA e NintendoApple si trova al posto giusto nel momento giusto, come confermano le tendenze e le previsioni di questo mercato. Il settore dei giochi mobile è quello più grande e importante: da solo vale il 45% del mercato mondiale dei videogiochi e genera un fatturato di 68,5 miliardi di dollari.

I videogiochi per smartphone generano l’80% del fatturato per un totale di 54,9 miliardi di dollari. Non solo: la ricerca di mercato di Newzoo prevede che la crescita dei videogiochi mobile continuerà a superare quella del gaming su computer che invece continuerà a ridursi da qui al 2022. La crescita di fatturato dei giochi mobile supererà quella delle console, anche se la quota di mercato dei dispositivi da salotto rimarrà sostanzialmente statica.

Tutto su Apple Arcade: giochi, prezzi, compatibilità del servizio videoludico in abbonamentoMa i giochi mobile, con Apple e iPhone in testa, eroderanno sempre più quote anche al gaming su Internet tramite browser, settore per il quale già per il 2019 in corso è indicato un calo del fatturato del 15,9%.

Tutto questo senza contare gli interessanti sviluppi per i giochi in abbonamento, in streaming e anche per nuovi titoli che sfrutteranno sempre più la realtà aumentata. Tutti settori, applicazioni e modelli di business in cui Apple è già presente o sta per arrivare, per esempio con l’abbonamento Apple Arcade atteso in autunno.