fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple e Samsung affronteranno una class action per le emissioni radio degli...

Apple e Samsung affronteranno una class action per le emissioni radio degli smartphone

Pochi giorni addietro da un test commissionato dal Chicago Tribune è emerso che vari telefoni cellulari, inclusi recenti modelli di iPhone, non sarebbero conformi alle limitazioni delle emissioni in radiofrequenza. Apple Samsung sono state citate in giudizio da un gruppo di utenti per presunti danni da esposizione ai campi di radiofrequenza.

Nella class action depositata presso la Corte Distrettuale per il Distretto settentrionale della California, si afferma che le radiofrequenze (RF) emesse dagli smartphone progettati e prodotti da Apple e Samsung eccedono i limiti stabiliti dalla Federal Communications Commission (FCC). Inoltre, riferisce AppleInsider, sarà esaminato il materiale di marketing nel quale si afferma che i prodotti operano nei limiti stabiliti dalle direttive in materia, affermando che nessuna della due aziende avrebbe  messo in guardia da potenziali effetti negativi sulla salute relativi alle presunte elevate emissioni RF.

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti, supportate da centinaia di scienziati in tutto il mondo, hanno mostrato che l’esposizione radiazioni RF influisce sugli organismi viventi a livelli moto più bassi di quanto previsto da standard nazionali e internazionali”, si legge nei documenti presentati in tribunale.

“Gli effetti includono l’aumento di rischio di cancro, stress cellulare, incremento di azioni dannose dei radicali liberi, alterazioni genetiche, cambiamenti sia strutturali sia funzionali del sistema riproduttivo, problemi di apprendimento e deficit di memoria, disturbi neurologici e ripercussioni negative sul benessere generale negli esseri umani”.

Ecco gli imperdibili sconti eBay del fine settimana, iPhone 8 a 609 euro

La class action si basa essenzialmente su quanto affermato nella ricerca del Chicago Tribune, secondo la quale dispositivi quali iPhone 7, iPhone 8, iPhone 8 e tutti i Galaxy recenti oltrepassano in vari test i limiti imposti dal governo federale sulle emissioni RF. Secondo i querelanti, Apple avrebbe “nascosto i rischi rappresentando in modo deliberatamente fuorviante la sicurezza degli smartphone” e tratto in inganno i clienti non informando loro dei potenziali effetti negativi dell’esposizione alle RF.

Nell’esposto si rileva che Apple in passato evidenziava indicazioni in materia di esposizione alle frequenze radio), inclusa la Specific Absorption Rate (SAR), in altre parole la misura della percentuale di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando questo viene esposto all’azione di un campo elettromagnetico a radiofrequenza. Apple in passato forniva raccomandazioni definendo la distanza minima alla quale l’utente dovrebbe trasportare un dispositivo. Secondo la documentazione allegata in tribunale, Apple da iPhone 7 in poi non indica più dettagli relativi al tasso di assorbimento specifico.

Per quanto riguarda i risultati evidenziati nei test del Chicago Tribune, varie aziende coinvolte hanno risposto sollevando critiche concernenti le modalità di esecuzione dei test. Per esempio Motorola, in risposta a valori di emissioni rilevati per un suo terminale oltre 3 volte superiori ai limiti legali, ha contattato il laboratorio ritenendo che il sensore di prossimità non fosse stato opportunamente attivato.

Sembra inoltre che i test indipendenti siano stati effettuati anche alla distanza di 2mm, per simulare il trasporto del telefono in tasca, mentre i test FCC prevedono come distanza minima dei test 5mm.

Anche Apple ha respinto i risultati della prova indipendente dovuti a suo modo di vedere a una configurazione dei test errata o non idonea per rilevare le emissioni di iPhone. «Tutti i modelli di iPhone, incluso iPhone 7, sono completamente certificati da FCC e in tutti gli altri paesi in cui viene venduto iPhone”, ha affermato Apple. “Dopo un’attenta revisione e successiva convalida di tutti i modelli di iPhone testati nel rapporto (Tribune), abbiamo confermato di essere conformi e di rispettare tutte le linee guida e i limiti di esposizione applicabili».

Un portavoce della Federal Communications Commission ha dichiarato che l’ente sottoporrà nuovamente iPhone 7 e anche gli altri terminali interessati a nuovi test di laboratorio.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,441FansMi piace
95,315FollowerSegui