Apple ha brevettato un display OLED con sensore termico

Apple ha brevettato un sensore termico per controllare il colore nei display OLED. La soluzione escogitata da Cupertino permette di superare i limiti della tecnologia attuale regolando colore e luminosità in base alla temperatura ambientale e all'invecchiamento dello schermo. Potrebbe essere impiegato in iWatch

A febbraio di quest’anno, nel corso della Goldman Sachs Conference, Tim Cook aveva descritto i display OLED come “orrendi”. “Se comprate on-line” diceva Cook, “dovreste pensarci due volte prima di farlo”, evidenziando che utilizzando pannelli in questione è possibile notare facilmente la saturazione del colore. Benché l’amministratore delegato di Apple abbia sminuito il valore degli OLED, la casa di Cupertino ha registrato vari brevetti che prevedono l’uso di questi display. A febbraio di quest’anno ha anche assunto Jueng Jil Lee, esperto di schermi OLED che in passato ha lavorato in una delle prime società che si sono occupate di OLED e poi come ricercatore presso LG.

Dal Patent and Trademark Office statunitense si apprende ora che Apple ha brevettato un sensore termico da integrare nei display OLED e sfruttarlo per controllare il colore. Apple sa bene che i display OLED offrono flessibilità e in futuro potrebbero essere utili per la creazione di dispositivi da indossare, tra cui anche il tanto “rumoreggiato” iWatch.

Tra i vantaggi degli OLED: la leggerezza e flessibilità, l’ampio angolo di visione (quasi 90° dalla normale), l’ottimo contrasto, la brillantezza dei colori, gli elevati tempi di risposta e l’alta efficienza energetica. I maggiori limiti di questa tecnologia sono invece costituiti dal costo ancora elevato del processo produttivo e dalla durata operativa molto inferiore rispetto agli attuali display LCD. Il materiale organico di cui sono composti tende a perdere la capacità di emettere luce, tipicamente dopo poche decine di migliaia di ore di esercizio.

Colore e luminosità della luce emessa dagli OLED sono influenzati dalle temperature. La luminosità di alcuni OLED, in particolari i rossi, diminuisce all’aumentare delle temperature operative. Con il passare del tempo le immagini possono apparire diverse da come dovrebbero. Il controller studiato da Apple compensa i cambiamenti di luminosità e colore. Un sensore termico integrato nel display legge la temperatura e il profilo termico del display o delle zone dove questo è posto, compensando la perdita di colore causata dalla temperatura o dall’invecchiamento, mantenendo una visualizzazione uniforme nel corso della vita del dispositivo, indipendentemente dall’ambiente o dalle temperature di utilizzo dove è impiegato.

Nel brevetto di Apple si mostrano prototipi di display flessibili, evidenziando che gli strati di questi possono essere composti da vari materiali (vetro, plastica e altro). In una delle figure, in particolare, si nota un display indossato intorno al polso, come un braccialetto: un riferimento non troppo velato all’iWatch?

BraccialeOLED