Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » News » Apple non approva Cryptocat su iPhone

Apple non approva Cryptocat su iPhone

Le politiche di approvazione delle applicazioni in App Store non sono certo molto elastiche e flessibili; anzi, sono davvero restrittive, e in passato non sono mancati episodi di dissenso da parte di alcuni sviluppatori, che vedevano respinte le proprie applicazioni giacché non compatibili con le linee guida dettate dalla Mela. La storia si ripete e l’ultimo esempio di restrizioni imposte da Apple riguarda l’applicazione Cryptocat, che avrebbe offerto un servizio di messaggistica istantanea cifrato a tutti gli utenti iOS.

L’applicazione, purtroppo, non vedrà luce in App Store, perché Apple ne ha ufficialmente bloccato la pubblicazione, respingendo l’applicazione per presunti malfunzionamento nei servizi di crittografia su iOS. Secondo un nuovo report proveniente da The Verge, lo sviluppatore di Cryptocat, al secolo Nadim Kobeissi, è tornato a parlare della mancata approvazione della sua applicazione su Twitter, dichiarando di non poter discutere nel dettaglio le motivazioni del rifiuto di Apple, ma affermando che le motivazioni della casa di Cupertino risultano del tutto illegittime.

In un tweet dello stesso Kobeissi si legge che una delle ragioni per cui Cryptocat è stata rifiutata da Apple implica fortemente che qualsiasi altra applicazione di chat criptata può essere respinta. Cryptocat, spiega il suo sviluppatore, utilizza tecnologie basate su internet per fornire servizi di chat criptati agli utenti e ai loro contatti. Questo significa che il servizio protegge il contenuto del messaggio prima di lasciare il dispositivo di un utente e, pertanto, la rete Cryptocat dovrebbe essere in grado di leggere i messaggi inviati.

Ciò che più lascia l’amaro in bocca in questo rifiutò, continua Kobeissi, è che il software open source è attualmente compatibile non solo con Chrome, Firefox, Safari e Opera, ma anche con OS X, tramite l’applicazione ufficiale pubblicata proprio sul Mac App Store. Poiché le linee guida inerenti alla pubblicazione di applicazioni su App Store e Mac App Store sono relativamente simili, lo sviluppatore non comprende a fondo i motivi del diniego di pubblicazione per l’applicazione iPhone. Insomma, Kobeissi ha espresso il suo disappunto per la decisione di Apple e sta prendendo in seria considerazione l’ipotesi di rivolgersi ad un legale di fiducia per tentare di pubblicare Cryptocat anche su iPhone.

Nel frattempo, chiunque fosse curioso di testare l’applicazione, può scaricare la versione Mac gratis da qui.

screen800x500

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB scontato di 220 euro su Amazon

Su Amazon torna in sconto e va vicino al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 679 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità