CES 2018, MyLiFi è la prima lampada al mondo che trasmette Internet con la luce

Al CES 2018 premiata MyLiFi, la prima lampada al mondo che sfrutta la tecnologia LiFi per trasmettere Internet con la luce. Rispetto al Wi-Fi non genera né onde radio né campi elettromagnetici e potrà offrire prestazioni fino a 100 volte superiori

L’azienda francese Oledcomm al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas ha presentato MyLiFi, oggetto che ha vinto uno dei CES Innovation Awards di quest’anno nella categoria “Tech for a Better World and Smart Cities”. Si tratta di una lampada LED che a detta dei suoi ideatori rivoluziona i collegamenti a internet offrendo connessioni Li-Fi (Light Fidelity) veloci e sicure.

Questo tipo di connessioni sfruttano una luce invisibile all’occhio umano (visibile tra 400 e 800 THz) generata da specifiche lampade LED. Sono da un po’ di tempo sperimentate da vari produttori. Tra i vantaggi: non generano né onde radio né campi elettromagnetici, ed offrono prestazioni fino a 100 volte superiori rispetto alle tradizionali connessioni Wi-Fi.

Importanti anche alcune caratteristiche che consentono di migliorare la sicurezza: i dati, infatti, vengono trasmessi soltanto nel cono luminoso generato dalla fonte di luce, permettendo, in particolar modo in ambito aziendale, di garantire la sicurezza nella trasmissione di dati sensibili.

La tecnologia in questione è stata creata nel 2005 da un team che include Suat Topsu, Presidente di Oledcomm, sfruttata in ambito B2B per consentire a non vedenti di muoversi nei sistemi di trasporto pubblico, trasmettere informazioni mediche agli ospedali, misurare i tempi di percorrenza dei prodotti negli scaffali dei supermercati. La tecnologia LiFi ora sarebbe è pronta per l’arrivo nelle case e negli uffici, pronta a offrire connessioni che non hanno bisogno di onde radio.

Lampade LiFi

Una lampada LED usa l’80% di energia in meno rispetto a una lampadina a incandescenza. Secondo i promotori di questo standard, LiFi è più rispettoso dell’ambiente e ha bisogno di 13.5 watt contro i 20 watt richiesti tipicamente da un router Wi-Fi.

LMy LiFi foto oledcomm3
Grazie ad app per il web e anche per smartphone è possibile collegarsi alla lampada MyLiFi per controllare l’illuminazione, gestire più lampade e scegliere differenti atmosfere di illuminazione, dal bianco caldo (2200K), alla luce diurna (6500K), intensità, accensione e spegnimento. L’app è in grado anche di gestire gruppi di lampade. È anche possibile selezionare da un calendario specifiche date e ore nelle quali consentire la connessione, permettendo di rimanere offline e “disintossicarsi” dal web. Questo tipo di connessione sembra adatta anche ai videogiocatori per via della bassa latenza garantita.

La lampada vera e propria è realizzata in alluminio laccato in bianco, elemento ravvivato da dettagli in tre diversi colori: blu, rosso o giallo. È disponibile anche una versione per ambienti commerciali o istituzionali ed è presentata come ideale per l’uso in casa ma anche uffici, negozi, hotel, ospedali, musei, aeroporti e altri luoghi pubblici. Nel momento in cui scriviamo la lampada MyLiFi + disponibile per i preordini con un prezzo di lancio su Indiegogo che parte da 840 dollari (contro i 1.082 dollari di listino) e consegne previste per luglio 2018. Altri dettagli a questo indirizzo.