Dafont, come scaricare font gratis e come gestirli

Un sito non a tutti noto per scaricare caratteri aggiuntivi per Mac e PC. Come funziona, come trovare i font, quali sono le alternative e le regole di utilizzo.

dafont

Dafont è forse il sito più famoso al mondo per scaricare font, questo per alcuni aspetti cruciali: la qualità delle font, la facilità di ricerca e il fatto che tutte le font disponibili su Dafont sono gratis: se siete alla ricerca di font da usare sfruttare per impaginare un volantino, una brochure, creare un sito web o altri utilizzi, il vostro punto di partenza dovrebbe proprio essere il sito dafont.com.

Sul sito è possibile trovare centinaia di font di tutti i tipi, raggruppate per categorie, temi, autori, tipo, ecc. Nonostante il meccanismo di funzionamento sia molto semplice e, di conseguenza intuitivo, forse vale la pena di conosce meglio come funziona il sito in dettaglio.

L’home page di Dafont

La home page di dafont.com mostra i caratteri aggiunti di recente nel sistema. Da Mac o PC possiamo fare click su uno degli ultimi font aggiunti, visualizzare dettagli sul carattere e ottenere un’anteprima di come si presenta il font. Scrivendo un testo nel campo “Anteprima personalizzata” è possibile specificare un testo e la dimensione per ottenere una preview personalizzata usando il testo specificato e comprendere se il font in questione fa o no al caso nostro. Se il font è di nostro gradimento, possiamo scaricarlo facendo click sul pulsante “Scarica” che appare nella descrizione del font.

La home page di Dafont

Come cercare caratteri per “temi”.

Selezionando “Temi” dal menu in alto in dafont.com è possibile visualizzare i caratteri per “tema”: fumetti, horror, retrò, Fuoco, Ghiaccio, techno, script, ecc. Ogni categoria propone font specifici, adatti al tema di riferimento.

Font fuoco e ghiaccio

Come si installa un font

Installare un font scaricato da dafont sul Mac è molto semplice: basta un doppio clic sul file TrueType o OpenType scaricato: appare un’anteprima del font e possiamo confermare l’installazione nel sistema facendo click su “Installa font”. Dell’installazione dei font abbiamo parlato in questo articolo, al qual vi rimandiamo per conoscere tutti i dettagli in materia (come si aggiungono, come si rimuovono, come si getiscono, come individuare nuovi font, come riconoscere i caratteri di qualità, quali sono i software per gestire i font, ecc.).

Installare un font

I caratteri di dafont sono davvero gratuiti e utilizzabili liberamente?

I caratteri presenti su DaFont sono di proprietà dei rispettivi autori e spesso non sono né freeware, né shareware, né versioni demo né di dominio pubblico. La licenza menzionata sopra il pulsante di download è solo indicativa. Tipicamente ogni autore di carattere, include con il font scaricato un file “readme” , “license request” o rimanda a un sito specifico per dettagli e informazioni di contatto in caso di dubbi. Se non viene riportato alcun autore o alcuna licenza significa che DaFont non ha informazioni a riguardo non significa però che il font sia effettivamente libero da licenza.

Linceza per font

Font e pirateria

Al pari dei software i font commerciali sono, di norma, protetti da copyright. Chi crea una copia non autorizzata di documenti con font si espone personalmente, o può esporre la propria azienda a sanzioni severe e a procedimenti penali. Benché sia possibile distribuire un documento che richiede uno specifico font ad altri utenti, la copia del font in questione può legalmente essere trasferita solo se questi dispongono di una licenza per il relativo utilizzo e dopo averne verificato l’effettiva esistenza.

Qualità dei font

Non tutti i font sono di ottima qualità. Le fonderie più importanti e rinomate si fanno pagare (anche a caro prezzo ) ma lo fanno anche perché tengono conto di numerosi aspetti e peculiarità di cui difficilmente chi realizza font gratuiti tiene conto. I caratteri gratuiti che si trovano su internet, infatti, spesso non brillano per qualità. Chi disegna font deve tenere conto di diversi fattori (leggibilità, “peso”, regolarità, proporzionalità, presenza di tutte le lettere, minuscole, maiuscole, numeri, lettere accentate, simboli, ecc.). I font gratuiti che si trovano sul web, inclusi alcuni di quelli di Dafont, spesso sono privi di alcune caratteristiche tali da rendere impossibile il loro uso particolari contesti. Essendo gratuiti potete ad ogni modo fare delle prove, verificando che i font scelti siano effettivamente funzionanti e includono lettere, numeri, minuscole e altre particolarità di nostro interesse.

Font Fish and chips

Perché in alcuni font mancano le lettere accentate?

I caratteri presenti su Dafont sono freeware o shareware, qualche volta sono demo o il semplice frutto di appassionati. Rispetto a font commerciali, in questi non sempre sono incluse lettere accentate, figure o determinati segni di punteggiatura. Se avete bisogno di font completi di lettere accentate e simboli vari, è meglio rivolgersi a font commerciali.

Alternative a dafont.com

Dafont.com non è l’unico sito che mette a disposizione font. Su internet esistono centinaia e forse anche migliaia di siti che offrono caratteri aggiuntivi, sia gratuiti, sia a pagamento. Tra i tanti portali dedicati, segnaliamo il sito Adobe, quello di Letraset e FontShop;  si tratta di realtà specializzate, che offrono font di alta qualità e a pagamento. DaFont, Fonts2u, Abstractfonts e Fontex sono invece alcuni dei tanti siti che offrono font gratuiti. Un servizio particolare è invece WhatTheFont  per trovare il font corrispondente partendo da un’immagine (comodo per esempio se qualcuno ci fornisce un’immagine con un testo e vogliamo sapere il nome del font utilizzato).