Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Con DockCase l’hub si sposta con l'alimentatore per MacBook e lo avrete...

Con DockCase l’hub si sposta con l’alimentatore per MacBook e lo avrete sempre con voi

Vi siete comprati il MacBook per la sua estrema portabilità, ma poi che te ve fate di un computer bello sottile se dimenticate l’hub per le porte Tipo-C a casa? Come li collegate tutti quegli accessori che usano porte USB-A e HDMI? Ecco, DockCase è la soluzione a cui avrebbe potuto pensare Apple.

Si tratta di un geniale accessorio che si aggancia al caricatore originale attraverso la presa USB-C e ne espande i collegamenti. Nello specifico aggiunge una presa USB-C passante per poter ricaricare il MacBook e contemporaneamente collegare ad esso fino a due dispositivi tramite porta USB-A (3 nella versione per Pro 15’’) come chiavette USB e hard disk, oppure mouse e tastiera con filo se si usa in modalità Desktop collegando un monitor 4K esterno tramite la porta HDMI a disposizione.

C’è anche una versione che permette di rinunciare a quest’ultima presa in favore di una terza porta USB-A con tecnologia Quick Charge 3.0, utile per ricaricare un dispositivo a piena potenza.

Con DockCase non dimenticherete più l’hub per il MacBook a casa

Tutto questo è in pieno stile Apple, a partire dal design che ne ripercorre curvature e colori, fino all’eliminazione di tutti gli svantaggi che accompagnano i classici hub, con i quali si finisce di avere più problemi che soluzioni.

La pagina di presentazione del prodotto ne cita alcuni, come quegli hub che coprono il bordo del computer, incompatibili con borse su misura e con così poco spazio per respirare che talvolta finiscono per bloccarsi a causa di surriscaldamento (problema inesistente con DockCase in quanto è costruito con un sistema di alette per dissipare adeguatamente il calore); altri sono ingombranti e pesanti, dotati di cavi e cavetti con cui armeggiare.

Quel che insomma rappresenta DockCase lo dice il nome stesso: da una parte è un Case, una custodia su misura che abbraccia il caricatore originale Apple, dall’altra un dock con tutte le prese di cui si può aver bisogno in mobilità. Il bello perciò è che sta sempre lì, non avrebbe senso sganciarlo, quindi contemporaneamente sarà impossibile dimenticarlo a casa.

L’azienda che lo produce ha in programma di lanciare una campagna di raccolta fondi su Kickstarter a partire dal 22 ottobre, avviando la produzione di massa qualora questa raggiunga i 10.000 dollari di finanziamento. E c’è da scommetterci che ci riuscirà, perché il prezzo al momento è ancora più allettante dell’idea: 29 dollari per la versione QC del 13’’, che salgono a 36 dollari se si sceglie il modello con HDMI. Per MacBook Pro 15’’ i prezzi sono 35$ per il QC e 42 dollari la versione con HDMI.

Ora, quello che ci aspettiamo per il prossimo futuro è un DockCase+ con qualche porta in più, magari per leggere microSD, SD e una presa Ethernet per il collegamento alla rete senza WiFi. Da Apple, che prenda spunto dall’idea per svecchiare l’alimentatore con un nuovo modello tutto-incluso.

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,960FollowerSegui