fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Ericsson intensifica i suoi sforzi nella battaglia legale contro Apple

Ericsson intensifica i suoi sforzi nella battaglia legale contro Apple

Ericsson studia come intensificare i suoi sforzi nella diatriba legale che la vede contrapposta ad Apple con manovre che prevedono cause federali e denunce presso l’International Trade Commission statunitense, con richieste sia di danni, sia di provvedimenti inibitori contro i dispositivi della multinazionale di Cupertino.

Appleinsider spiega che la società svedese ha presentato sette diverse citazioni contro Apple presso la Corte Distrettuale dell’Eastern District del Texas, due presso l’ITC relative a 41 brevetti che coprono diversi standard e tecnologie wireless; oltre al divieto di vendita, Ericsson chiede i danni. La società svedese afferma che molti dei brevetti sono ritenuti standard IP essenziali riguardo tecnologie wireless 2G, 3G e 4G LTE, mentre altri sono “critici” per alcuni aspetti delle tecnologie Apple.

Kasim Alfalahi, chief intellectual property officer di Ericsson, afferma che funzionalità quali il livestreaming e altre che riguardano il funzionamento delle app, fanno affidamento a tecnologie di Ericsson. Oltre a brevetti essenziali, la società afferma che Apple avrebbe infranto invenzioni non essenziali relative al design di alcune componenti, a interfacce software, servizi di localizzazione e applicazioni. Uno dei target presi di mira da Ericsson è anche il sistema operativo iOS.

Fino a gennaio di quest’anno, Apple ha pagato Ericsson per una licenza globale che copriva tecnologie mobile, secondo accordi siglati tra le due società firmati nel 2008. Alla scadenza del contratto, la multinazionale di Cupertono ha rifiutato di effettuare nuovi pagamenti affermando che le richieste non sono conformi a quanto previsto dai cosiddetti termini FRAND (fair, reasonable and non-discriminatory).

A gennaio di quest’anno, Apple ha denunciato Ericsson, affermando che le royalties richieste sono eccessivamente elevate e le cifre sproporzionate essendo i brevetti in questione essenziali per questo settore dell’industria. La società svedese pretende una percentuale sul prezzo finale di ogni smartphone o tablet, mentre la cifra da pagare dovrebbe secondo Apple essere corrisposta in base al valore del chip che gestisce la tecnologia (due parametri, ovviamente, molto diversi). Subito dopo la denuncia di Apple, a sua volta Ericsson ha denunciato Apple affermando che nuovi tentativi di trattativa per il pagamento delle royalty sui chip 4G integrati in iPad e iPhone sono da troppo tempo a un punto morto.

Quartier generale Ericsson

Offerte Speciali

PowerBeats Pro con sconto nel carrello su Amazon:

PowerBeats Pro con sconto nel carrello su Amazon: 186 euro

Su Amazon continua lo sconto sui PowerBeats Pro. Prezzo interessante per le versioni nero e blu.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,422FansMi piace
95,277FollowerSegui