FinalVinyl 1.0.1: il freeware per portare i vostri LP su Mac OS X con iMic

Da Griffin una applicazione gratuita e con buone caratteristiche, per chi usa l'hardware Griffin come convertitori audio su USB, ideale per digitalizzare i dischi in vinile ma non solo...

logomacitynet1200wide 1

E’ sufficiente collegare alla presa USB l’iMic di Griffin e il nuovo software di registrazione ed editing “Final Vinyl 0.7” (circa 900 KB) funzionerà  subito solo ed esclusivamente in Mac OS X.

Dopo una gestazione di qualche settimana in cui erano disponibili diverse versioni beta ora siamo alla release defitinitiva.

L’interfaccia è elegante (disponibile con varianti di colore) ed intuitiva: piccoli bottoncini che, se premuti, si illuminano di un tenue azzurro, attivando varie funzioni (preview, equalizer, edit, save) oltre a, finalmente, il controllo diretto del livello d’ingresso (vecchio problema di iMic).

I classici comandi stop, play, pause e rec sono posizionati sotto al display che segnala il numero di traccia in registrazione (e che si ritrova in una cartella specifica riportante la data, in formato USA mese-giorno ore/minuti, all’interno di Music a sua volta contenuta nella propria cartella utente), il tempo disponibile a seconda dello spazio libero nell’hard disk, il tempo di registrazione e due barre VU meter che seguono il livello d’ingresso.

La funzione equalizzatore è ampia con ben 10 parametri da regolare a piacere oppure tramite una delle pre-impostazioni; è anche possibile attivare la funzione di riconoscimento automatico di un giradischi (+ 40 dB), tipica funzione di un ampli RIAA.

Da notare la funzionalità  is Cue Marking che permette di segnalare al software, dopo la registrazione di una intera facciata di album, quali sono le posizioni delle pause tra un brano e l’altro in modo da masterizzare l’audio su CD nell’esatto numero di tracce originali.

Altra funzionalità  è quella di poter gestire dinamicamente il livello audio di registazione, comoda soprattutto quando si acquisisce il suono da registratore che presenti tracce registrate a volumi diversi.

Aggiornamento.
Dal 13 giugno è disponibile la versione 1.0.1 (3,5 MB) di FinalVinyl: oltre ad un chiaro (ma soprattutto divertente per la grafica usata) manuale in PDF (2,9 MB) e un tutorial, completa il pacchetto ovviamente l’applicazione, funzionante da Mac OS X 10.2 in poi (non sono stati fatti test con versioni inferiori).

Il software è funzionate con iMic o PowerWave di Griffin.

Mentre vengono annunciati un maggior numero di effetti per le prossime versioni, in quest’ultima le novità  riguardano l’equalizzazione e le curve RIAA integrate.