Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » iGuida » I migliori libri per sapere tutto sulla radio

I migliori libri per sapere tutto sulla radio

La radio è un po’ quella vecchia signora che tutti sanno che esiste, a partire dai nostri bisnonni, eppure la sottovalutano. Ma in realtà è ancora vivace, attiva, disponibile in contesti e per utilizzi differenti.

I podcast, le webradio, gli streaming, i servizi on-demand hanno solo arricchito e diversificato un mezzo di comunicazione di massa che non passa mai di moda anche quando evolve tecnologicamente. Come è appena successo con la radio e il digitale terrestre, un passaggio che ha richiesto anni e solo da pochissimo è diventato realtà. Ma cos’è la radio? Come funziona? Quali lavori si trovano? È tutto in questa lista dei migliori libri che abbiamo selezionato per voi.

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

I migliori racconti brevi e minimalisti made in USA


I linguaggi della radio e della televisione. Teorie, tecniche, formati

Questo libro di Enrico Menduni, uno dei più importanti studiosi della radio in Italia e nel mondo, è del 2008 ma ha un ruolo molto importante nel definire quali sono gli aspetti caratterizzanti i linguaggi radiofonici e televisivi. È un utile ripasso per quanto riguarda la televisione, del quale abbiamo parlato in questa lista di libri, ma soprattutto costruisce un percorso sulle modalità di produzione e utilizzo di alto valore e grande attualità.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La radio digitale

Com’è fatta e come funziona la radio? Quali sono gli standard? Questo libro di Giuseppe Zella non è recente (2007) ed è decisamente superato dagli eventi. Ma ha una caratteristica molto importante: presenta come possibili quelle alternative al digitale terrestre DAB che poi non si sono materializzate o che si sono fuse con l’attuale standard. Offre insomma uno sguardo riflessivo dal valore storico e che offre la possibilità di approfondire e arricchire il valore di chi sta facendo una ricerca sulla genesi della radio digitale.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La radio nell’era digitale

Una velocità completamente diversa rispetto al precedente per questa antologia che tratta il tema della radio nell’era digitale da una prospettiva di studio più moderna: è il secondo quaderno di CRTV che vuole esplorare il ruolo della radio in un contesto ricco di media, da quelli tradizionali alla svolta digitale dei social fino al cambiamento che viene portato avanti dai nuovi linguaggio e dai nuovi modi di espressione artistica e sociale. La radio come mezzo in costante evoluzione, strumento di analisi e riflessione, percorso di crescita. Gli spunti sono molto ricchi e alcuni poco conosciuti ma ricchi di possibilità.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Radio: modelli, ascolto, programmazione

Sono passati vent’anni dall’uscita di questo libro di Barbara Fenati e Alessandra Scaglioni, ma non ha perso in alcun modo valore. Anzi, se possibile alcuni passaggi sono ancora più importanti e validi anche e soprattutto nell’ottica di chi vuole fare radio oggi e non sa dove trovare una guida che non sia “sporcata” dalla tecnologia e dall’ossessione per i podcast. Non si tratta di scegliere il microfono giusto, ma di capire quali sono i ruoli e le funzioni, i modi di lavorare, l’organizzazione interna, la costruzione di un pubblico. Un libro piccolo e umile ma molto importante ancora oggi.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Suoni nell’etere. 100 anni di musica e radio

Un libro particolare, questo di Simone Fattori, prefatto da Enrico Menduni, con interviste a Renzo Arbore, Claudio Cecchetto e Linus, tra gli altri. È la storia della radio italiana non solo negli anni Settanta-Ottanta, cioè l’epoca delle radio private e commerciali. Invece, è un libro che racconta in maniera leggera cento anni di storia della radio concentrandosi su una impostazione culturale, quella dei “grandi” della radiofonia italiana in relazione alla musica leggera. L’intera industria musicale così come la conosciamo, e la cultura e gli immaginari che si porta dietro, non esisterebbero senza il ruolo fondamentale da mediatore della radio.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Voci alla radio. Storia della FM italiana raccontata dai protagonisti

In questo libro molto recente Enzo Mauri racconta la storia della radio con la prospettiva delle voci e degli operatori di settore: una storia professionale dell’FM, quindi della radio pubblica ma anche e soprattutto delle radio private, che passa dalle interviste e testimonianze di ottanta fra conduttori, registi e avvocati per raccogliere le loro testimonianze sulle origini della radiofonia italiana e sullo stato di quella attuale. Il libro si rivolge ai professionisti del settore ma anche a tutti quelli che vogliono accostarsi a questo straordinario mezzo di comunicazione di massa, incuriositi dalla sua storia e dai mille episodi che lo contraddistinguono, molti dei quali inediti.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Qui radio libera. Appunti e racconti degli anni che sconvolsero l’FM

Qual è la storia della radio libera italiana. Enzo Mauri affronta di petto l’argomento e racconta una storia che va dal 1875 agli anni Novanta. È l’altra storia rispetto a quella di Radio DeeJay e di 101. È una storia che tocca sistematicamente tutti gli aspetti della cultura, politica, costume, informazione e anche sport del nostro Paese. Una storia che valeva la pena raccontare. Il libro è molto recente, del 2020.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La radio in Italia. Storia, mercati, formati, pubblici, tecnologie

Nonostante siano passati quasi dieci anni dalla sua uscita, questo libro fondamentale della storia della radio e dei suoi modi (pubblici, formati e tecnologie) è tutt’ora un punto di riferimento internazionale. Bonini è uno dei più acuti e penetranti studiosi della radiofonia in Italia. In questa seconda parte entriamo nelle “storie” e nei ricordi della radio, ma la voce più autorevole per fare da ponte tra le storie e i ricordi è proprio Bonini, che ha saputo costruire una carriera di studio e di ascolto (1.146 ore di programmi analizzati in dettaglio per la scrittura del libro) condensando in questo libro l’immagine di un mezzo al guado tra l’epoca del broadcasting e quella del networking.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Enciclopedia della radio

L’opera di riferimento per quanto riguarda la radiofonia in Italia. Ben 2.500 lemmi che dipingono un quadro completo del mezzo radiofonico: è la storica Garzantina dedicata all’emittenza radiofonica, con duecento radio italiane e straniere, i programmi: dal Signore delle 13 ad Alto gradimento, al Ruggito del coniglio: 400 voci sui programmi ‘storici’, documentati anche attraverso brani dei testi trasmessi; i generi: prosa, musica, informazioni, sport, intrattenimento; i personaggi: oltre 700 voci, da Nunzio Filogamo a Tortora, Arbore, Boncompagni e Fiorello; la tecnologia: 300 voci e disegni sugli aspetti tecnici; Approfondimenti: radio e guerra, radio e musica. Un monumento sulla storia della radio scritto da uno dei più grandi studiosi di media purtroppo scomparso, Peppino Ortoleva, e da una delle giornaliste e dirigenti Rai più attente, Barbara Scaramucci (a lungo custode delle teche Rai), sorella del direttore storico di Radio Popolare, Piero Scaramucci.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Vedi alla voce Radio Popolare

Sergio Ferrentino, Tiziano Bonini e Luca Gattuso coordinano il lavoro di creazione dell’altra Garzantina, l’altra enciclopedia della radio, la voce del partito alternativo. Nata negli anni Settanta, all’epoca delle radio libere e indipendenti, Radio Popolare di Milano è diventata nel tempo un esempio unico nel panorama della radiofonia e dell’informazione italiana. Da là sono usciti Michele Cucuzza, Ninì Briglia, Gino e Michele, la Gialappa’s, Gad Lerner, Claudio Bisio, Massimo Cirri, Sandro Gilioli. C’è un mondo unico che ruota attorno a quella radio e che si sarebbe perso se nel 2006 non fosse stato fotografato da quest’opera di testimonianza alternativa, che copre gli anni del terrorismo, dagli scontri alla Scala del 1977 sino al G8 di Genova del 2001. Trent’anni di informazione ma anche di musica, cinema, cultura e costume. È un’autobiografia di trent’anni di Milano e di Italia.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Via etere

Era il 1989 e due giovani conduttori radiofonici che stanno mettendo sottosopra il mondo della radio italiana scrivono un libro: Via Etere. Massimo Cirri e Sergio Ferrentino sono due giovani rivoluzionari dell’etere, chi ha vissuto l’epoca delle radio libere qui dentro riconosce passaggi, voci, idee, stili. Il libro non diventa un capolavoro, non sfonda nelle classifiche, non viene neanche più ristampato. Però rimane un piccolo, godibilissimo classico di un’epoca che non c’è più.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Scrittori alla radio. Interventi, riviste e radiodrammi per un’arte invisibile

Rodolfo Sacchettini ha cercato di filare una tela nella quale si sommano la capacità di scrivere con quella di parlare alla radio. Un rapporto complesso che nei decenni ha interessato i maggiori autori e intellettuali italiani e non solo. La radio è il media “nuovo”, lo strumento sul quale negli anni Trenta e poi nel dopoguerra si può sperimentare, che permette di raggiungere pubblici nuovi e raccontare storie altrimenti impossibili. Gli anni Trenta sono raccontati come un vortice di paura e ipnosi, avventure e modernità: dalla Germania di Benjamin e la Polonia di Korczak, con l’invenzione di programmi per bambini e adolescenti, all’Italia fascista, con i record di ascolto della rivista I 4 moschettieri di Nizza e Morbelli. Sullo sfondo gli Stati Uniti di Welles e MacLeish che, giocando sul confine della credibilità, annunciano al microfono lo sbarco di marziani e di misteriosi conquistatori stranieri. La seconda parte del volume è dedicata al dopoguerra italiano, quando gli scrittori collaborano sistematicamente alla radio, realizzando opere importanti che hanno anche il merito di mettere a fuoco e valorizzare le potenzialità di un genere artistico ancora in via di definizione e sviluppo.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Raistereonotte. Il programma notturno di Radio Rai nel periodo dal 1982 al 1995

Praticamente a tre giorni dalla fine del 2020 Giampiero Vigorito ha dato alle stampe questo fondamentale libro che racconta l’epopea di una trasmissione e una fascia oraria di una singola emittente radiofonica italiana che ha segnato il costume del nostro Paese. Quando parliamo di musica e giovani pensiamo sempre a Videomusic e poi ad Mtv (e magari a DeeJay Television), ma in realtà c’è stata anche Radio Due e Raistereonotte. Carlo Massarini, Mr Fantasy, lo ricorda nella prefazione: è la storia del programma radiofonico che ha contraddistinto più di una decade e che tuttora è il punto di riferimento transgenerazionale di moltissimi ascoltatori. Un suono accompagnato da una coda di ricordi e suggestioni che sono entrate nell’immaginario collettivo di milioni di italiani e che ha fatto delle loro notti una dimensione dell’anima.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

C’era una volta una generazione. Eroi e idoli popolari nei fumetti, al cinema, alla radio e in TV

La radio che racconta un’epopea. Dagli anni Settanta agli anni Ottanta, quattro lustri, due decadi: il sogno della generazione sbocciata nel decennio precedente (gli anni Sessanta) e la comparsa di nuove fonti di intrattenimento, dal cinema ai fumetti popolari sino ai cartoni animati in tv. E ovviamente la radio, che porta segnali e messaggi altrimenti impossibili. Marco Iacona raccoglie venticinque interventi per non dimenticare vita e avventure di questo e quel personaggio: tipi e tipe realmente esistiti o frutto della fantasia di un uomo di penna. Una combinazione magica di cultura e divertimento come non sarebbe più apparsa. Il pianeta dei giovani profetizzato da Charles Monroe Schulz, per lungo tempo e a portata di mano.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Volevo stare dentro i fili di una radio. Da Tutto il calcio minuto per minuto a Caterpillar

Renzo Ceresa è uno di quei nomi conosciuti solo dagli addetti ai lavori che pure ha costruito un gran pezzo della storia d’Italia. Ceresa nel 1977 è stato assunto in Rai e lì è rimasto. Per quarantuno anni. Era il suo destino? Forse, perché suo padre era un tecnico di produzione radiofonica e lui era nato in un condominio in cui abitavano solo dipendenti della Rai. Ha passato una vita intera a lavorare in radio, nella sede di corso Sempione. Ha iniziato come sonorizzatore nelle produzioni di prosa e ha finito come curatore dei programmi di Radio2 che venivano trasmessi da Milano. Da Gino Bramieri in poi ha conosciuto molti artisti, molti autori, molti conduttori e molti cialtroni. Grazie a “Caterpillar” ha capito che la radio non è soltanto un mezzo di comunicazione ma può diventare un luogo dentro il quale le persone si riconoscono.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Sette tesi sulla magia della radio

Non poteva mancare questo libro di Massimo Cirri, uno dei principali autori e conduttori radiofonici italiani e uno dei più appassionati cultori della radio, nonché ideatore con Sergio Ferrentino di Caterpillar, il programma radio Rai nato dall’esodo dalla milanese Radio Popolare (dove sono nati in tanti, tra i quali quelli della Gialappa’s, per dire). In questo libro Cirri racconta sette storie che servono a spiegare altrettante tesi sulla magia della radio. Un libro molto ben congegnato e che restituisce il senso di una trasformazione. Cirri costruisce un racconto che è al tempo stesso cronaca appassionata e a tratti esilarante di una vita di lavoro in radio e meditazione su questo medium: che cambia, cresce, passa dal transistor al podcast ma rimane un luogo di incontro magico, che vive nello spazio puro del suono e si sottrae alla tirannia delle immagini per essere un luogo di libertà, in cui la musica e le parole sono ancora, fino in fondo, se stesse.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Confronto iPhone 15 contro iPhone 14, quale scegliere

iPhone 15 da 256 GB al minimo storico, solo 899€

Si allarga lo sconto su iPhone 15. Sono in promozione i modelli 256 Gb che scendono sotto i 900 €. Sconto del 19% sul prezzo Apple

Ultimi articoli

Pubblicità