fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming I software audio Rogue Amoeba sono pronti per i Mac Apple Silicon

I software audio Rogue Amoeba sono pronti per i Mac Apple Silicon

Rogue Amoeba, software house nota per vari software dedicati all’audio su Mac, ha annunciato il supporto ai Mac con processore Apple Silicon e quindi il funzionamento come applicazioni native sui nuovi MacBook Air, MacBook 13″ e Mac Mini 2020.

Applicazioni quali e Airfoil, Audio Hijack, Loopback, Piezo e SoundSource, possono essere eseguite nativamente sui Mac con CPU M1. Gli sviluppatori considerano ad ogni modo i software nativi per i nuovi Mac come applicazioni beta, riferendo di stare ancora lavorando sugli aggiornamenti e che non è da escludere qualche bug.

L’Audio Capture Engine (ACE) di questi software, il componente che si occupa della gestione dell’audio richiede la prima volta una particolare autorizzazione con macOS 11 Big Sur e sui Mac con i SoC M1. La procedura è spiegata nell’installer delle app e consiste nell’indicare la password amministratore e consentire nelle Preferenze di Sistema > sezione “Generale” l’attivazione di una estensione e seguire le istruzioni per avviare il Mac nella schermata di recovering per consentire effettivamente l’attivazione dell’estensione (la procedura è descritta qui).

I software audio di Rogue Amoeba ora nativi per i Mac con CPU Apple Silicon

Airfoil consente di riprodurre file audio dal computer su speaker remoti collegati a dispositivi sulla stessa rete. È possibile inviare l’audio a dispositivi quali Apple TV e AirPort Express così come hardware compatibile AirPlay, speaker Bluetooth ma anche dispositivi iOS e altri computer.

Audio Hijack permette – tra le altre cose – di aggiungere una serie di effetti DSP a qualsiasi software che abbia dell’audio in uscita. È anche possibile registrare un file da qualsiasi suono emesso durante il funzionamento di una applicazione.

SoundSource è consente di modificare al volo varie impostazioni audio, controllando impostazioni e livelli dei dispositivi collegati al Mac, mettendo a disposizione un controller per l’audio delle periferiche in “ingresso” e un controller per il volume delle periferiche in “uscita”

Loopback è un tool che attiva funzionalità di audio routing tra le applicazioni e i dispositivi audio del Mac, consentendo di passare l’audio tra app. Sfruttando dispositivi audio virtuali è possibile configurare setup anche molto complessi, tutto via software. Il tool cattura l’audio di una o più applicazioni permettendo di dirigerlo dove l’utente desidera. L’applicazione è comoda per giocatori, podcasters, internet radio, utenti Skype e chiunque sfrutti software per l’audio. È possibile combinare l’audio di un microfono con sorgenti quali iTunes o QuickTime Player, permettendo, ad esempio, di far sentire entrambi i suoni (voce + effetti sonori) agli utenti su Skype.

Piezo consente di registrare audio di qualità da qualunque applicazione esso provenga o da sorgenti di input come ad esempio microfoni.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Audio Digitale sono disponibili a partire da questa pagina. Nel keynote del 10 novembre Cupertino ha presentatoi suoi primi computer con processore Apple Silicon M1. Per tutti gli articoli di macitynet che parlano dei Mac ARM con processore Apple Silicon M1 si parte da questa pagina. Macitynet ha recensito Mac mini con processore Apple M1 in questo articolo.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,982FansMi piace
93,611FollowerSegui