fbpx
Home News Il CEO di Intel spera di convincere Apple a usare le sue...

Il CEO di Intel spera di convincere Apple a usare le sue future fonderie per i chip

In una intervista di Yahoo Finance, il CEO di Intel, Pat Gelsinger, spiega che la competizione con Apple è “divertente” ma riferisce anche di sperare di poter fare ammenda e convincere Apple a tornare a collaborare insieme.

La Casa di Cupertino, come noto, con la presentazione del chip M1 nel novembre del 2020 integrato nei nuovi MacBook Air, MacBook Pro 13″ e Mac mini, ha iniziato una transizione a una nuova famiglia di suoi chip progettati appositamente per Mac. Apple ha spiegato che la transizione completa ai chip Apple richiederà circa due anni e i primi tre sistemi presentati sono “il primo, entusiasmante passo in quella direzione”.

In risposta ai nuovi Mac con chip M1, Intel ha presentato una serie di pubblicità per mettere in cattiva luce i Mac, presentati come inferiori rispetto a macchine con processori Intel.

Nonostante le frecciate a Apple negli spot, Gelsinger spera che Cupertino possa di nuovo diventare un importante cliente. Il produttore di CPU, lo ricordiamo, ha appena presentato la Intel Foundry Services con l’obiettivo di diventare una fonderia principale negli Stati Uniti ed Europa per i clienti di tutto il mondo, una strategia che prevede un investimento di circa 20 miliardi di dollari per costruire due nuove “fab” in Arizona in grado di produrre chip, inclusi chip con architettura ARM, per vari clienti.

Pat Gelsinger è il nuovo CEO di Intel
Pat Gelsinger

Secondo Gelsinger, Apple fa eccessivo affidamento a TSMC per la produzione dei SoC Apple Silicon, lasciando intendere che le fonderie di Intel potrebbero essere una alternativa.

“Apple è un cliente e spero che diventino grandi clienti della fonderia perché al momento sono totalmente dipendenti da Taiwan Semiconductor”, dice Gelsinger. “Vogliamo presentare loro grandi opzioni per sfruttare i servizi delle nostre fonderie. Offriremo grandi tecnologie, alcune cose che non possono essere fatte in nessun’altra parte del mondo”:

Secondo Gelsinger la recente tesa competizione con Apple è la prova che c’è ancora spazio per l’innovazione nel settore, elemento che rende interessante la competizione con Cupertino. Non c’è ad ogni modo mai stata una così elevata domanda di computer e il mondo ha sempre più bisogno di computer e la competizione con Apple e l’ecosistema Mac è un elemento che rende tutto più “divertente”.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,803FansMi piace
93,000FollowerSegui