Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Hardware Apple » Il nuovo chip della Apple TV riduce sensibilmente i consumi, pronto per un nuovo prodotto?

Il nuovo chip della Apple TV riduce sensibilmente i consumi, pronto per un nuovo prodotto?

Un ridotto consumo, ma prestazioni del tutto identiche al precedente modello e una componente che potrebbe essere in fase di sperimentazione per qualche misterioso nuovo prodotto. Ecco le conclusioni cui giunge Anandtech che ha provato la “nuova” Apple TV cercando di capire che cosa cambia per l’utente finale il rinnovo hardware del media center. Abbiamo usato le virgolette per definire il dispositivo come nuovo, perché in realtà non viene considerato tale da Apple anche se al suo interno c’è un processore diverso dal precedente ed è stato usato un nuovo assetto d’antenna passando da due ad una sola.

La CPU era stata al centro di numerose discussioni per la sua circuiteria modificata che si sospettava fosse stata portata 28 nanometri, un processo che faceva pensare che potesse essere prodotta da TSMC. Ma questa tesi era poi stata smentita da Chipworks, un società specializzata in analisi tecnica dei chip, che aveva confermato che si trattava certamente di un processore più piccolo ma ancora a 32 nanometri con architettura diversa dal precedente e che la fabbrica che crea il processore è ancora Samsung. La ragione per cui Apple si sia messa a sfornare un processore tutto nuovo solo per la Apple Tv è misteriosa; due le ipotesi di Anandtech: i volumi del dispositivo sono finalmente elevati a sufficienza per giustificare un simile investimento, oppure questo processore è destinato a finire in qualche dispositivo di nuova generazione che piuttosto difficilmente potrà essere un iPhone o, peggio, un iPad visto che il processore è un singolo core e offre prestazioni ben distanti da quelle cui è abituato il pubblico di queste piattaforme.

In ogni caso il processore A5 usato dalla Apple TV è molto parco nei consumi al punto che il dispositivo riduce l’assorbimento di energia da 1,6W a 1W al suo picco massimo. Non che questo, fa notare Anandtech, cambi lo scenario per l’utente finale visto che su un arco di un anno con la Apple TV che funziona 8 ore al giorno tutti i giorni, il risparmio parametrato ai costi dell’energia negli Stati Uniti permetterebbe l’invisibile cifra di 28 centesimi di dollaro. Ma il basso consumo dell’A5 della Apple Tv potrebbe essere molto utile in altre situazioni e per altri dispositivi, specialmente se usato in un prodotto con batteria, cosa che è possibile che Apple abbia idea di fare.

Per quanto riguarda, infine, le prestazioni della rete wireless Anandtech non ha trovato significative differenze rispetto al modello precedente; il passaggio da due antenne ad una sola, scelta che riduce la complessità del prodotto, non sembra avere avuto alcuna influenza impattante su potenza del segnale e rumore.

apple TV processore a5

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità