Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Futuroscopio » Intel prepara l’addio al silicio nei processori

Intel prepara l’addio al silicio nei processori

Il silicio, un  simbolo dei semiconduttori, il sinonimo quasi di processore, potrebbe andare in pensione con la prossima generazione di chip di Intel. È l’azienda di Santa Clara a farlo sapere pubblicamente, nel corso della conferenza ISSCC,

Parlando della prossima generazione (e delle prossime generazioni) di CPU,  ha fatto sapere di avere allo studio il passaggio alla circuiteria da 7 nanometri, un passaggio particolarmente importante per il quale il produttore di CPU prevede l’abbandono del silicio per nuovi materiali quali ad esempio arseniuro di indio-gallio e il fosfuro di indio. Il silicio, infatti, sta per raggiungere limiti fisici che gli impediranno di mantenere valida la cosiddetta Legge di Moore (le prestazioni dei processori, e il numero di transistor a esse relativi, raddoppiano ogni 18 mesi). Ricercatori del MIT hanno già da tempo dimostrato che i canali di arseniuro di indio sono migliori di quelli in silicio.

Prima di allora, però, Intel deve gestire l’ultima generazione di processori nota come Broadwell, che sfrutta processo di produzione a 14 nm, tecnologia che permette di migliorare le prestazioni e ridurre la dispersione di corrente. La tecnologia a 14 nm offre scalabilità dimensionale dai 22 nm. Le “alette” dei transistor sono più alte, più sottili e più ravvicinate, consentendo di conseguenza maggiore densità; i transistor richiedono un numero inferiore di alette migliorando ulteriormente la densità, e la superficie della cella SRAM è quasi la metà di quella a 22 nm.

Sfruttare procedimenti a 14nm è stato più problematico del previsto, motivo del mancato arrivo sul mercato di alcuni prodotti attesi da mesi. Ora Intel afferma di avere imparato dai suoi errori, ed è fiduciosa nei futuri processi produttivi e sta lavorando ai 10nm, tecnologie che dovrebbero permettere di abbassare ancora i consumi e che dovrebbero essere l’ultimo passaggio i fatto di miniaturizzazione della circuiteria, prima, appunto, del passaggio ai 7 nanometri.

Intelmoor

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità