Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » Intel, una tecnica per produrre ultrabook di plastica ma robusti

Intel, una tecnica per produrre ultrabook di plastica ma robusti

Gli ingegneri Intel hanno appreso alcune tecniche dai progettisti degli aerei sfruttando le quali è possibile creare computer portatili più robusti e meno costosi. Gli ultrabook che vedremo prima della fine dell’anno saranno – promette la casa di Santa Clara – sottilissimi, avranno schermi touch screen e funzionalità di ripresa “instant on”. Qualche analista si è chiesto però quanto queste caratteristiche incideranno sul prezzo di vendita finale. Gli ingegneri Intel del centro di ricerca e sviluppo di Dupont (Washington), tra i quali figurano ex-dipendenti di Boeing (la più grande costruttrice statunitense di aeromobili e un gigante nel settore aerospaziale) hanno studiato metodi di progettazione che consentono di rendere i case di plastica dei laptop più robusti e resistenti rispetto ai gusci metallici generalmente usati per gli ultrabook. La tecnica consentirebbe di ridurre i costi di produzione e risparmiare importi tra i 25$ e i 75$ usando la plastica al posto del metallo, senza sacrificare la qualità. Un meccanismo che consentirebbe di limitare i costi e rendere più abbordabili gli ultrabook futuri, senza limare il prezzo dei processori.

Prendendo spunti da alcuni metodi utilizzati nel settore aerospaziale, gli ingegneri hanno scoperto che hard disk, schede madri e altri elementi che si trovano all’interno un PC possono essere disposti in modo da rendere la struttura di un portatile molto più solida, combinando in particolari modi i componenti interni. Intel ha tenuto un seminario a Taiwan per dimostrare la nuova tecnica ai progettisti di PC e sta promuovendo la metodologia a vari partner e produttori del settore.

I portatili con gusci in lega di alluminio tendono a essere più robusti dei computer portatili con chassis di plastica, ma costano di più. Si trovano sul mercato  ultrabook belli da vedere ma non sono economici e alcuni analisti sono prudenti nello scommettere sul loro successo. Il target da abbattere per molti è ancora una volta Apple e in particolare i 999$ del MacBook Air: il progenitore di tutti gli ultrabook vanta un telaio e una costruzione ancora ineguagliata.

Le “risposte” ai MacBook Air da parte di alcuni big del settore si vedranno probabilmente nel corso del Computex di Taiwan, manifestazione che si tiene a Taipei dal 5 al 9 giugno. Apple, da parte sua, non starà con le mani in mano ma ha già probabilmente pronte nuove piattaforme che prevedono CPU di classe Ivy Bridge e chipset serie 7. Tra i vantaggi: prestazioni migliorate, consumi ridotti, minor produzione di calore, miglioramenti a livello di GPU. Ciò che ancora i concorrenti non sono riusciti a eguagliare è il guscio unibody, l’arma segreta che, con anni di anticipo, ha consentito ad Apple di avere una maggiore precisione e un design più semplice con meno componenti (elementi che si traducono in portatili sottili, leggeri e robusti). 

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità