Apple si inchina a Pechino, in Cina iPhone rosso non si chiama (Product)RED

In Cina Apple omette la sigla (Product)RED per la nuova colorazione di iPhone 7: probabile tentativo di evitare tensioni con il paese, dove l’AIDS è un tema notoriamente delicato

Il nuovo iPhone 7 rosso non è siglato (Product)RED in tutti i paesi. Come notato da TechCrunch, la nuova colorazione del terminale di punta di Cupertino venduta in Cina viene proposta semplicemente come un’opzione supplementare alle altre versioni già esistenti. Tutti gli altri dettagli – compresi ora e data di lancio – sono gli stessi, così con ogni probabilità possiamo eslcudere l’ipotesi di una svista nella programmazione della pagina da parte dello staff di Cupertino.

Sebbene la recente legislazione cinese si è dimostrata più progressista nel trattare il problema dell’AIDS nel paese, il sesso rimane ancora un argomento piuttosto controverso in quanto i valori tradizionali si scontrano spesso con gli atteggiamenti liberali del paese. Non è un caso che in passato, ad esempio, AIDS e HIV sono sempre stati visti come una conseguenza del contatto del popolo con l’Occidente.

Così, nonostante la Cina sia uno dei mercati più importanti per Apple, è molto probabile che quest’ultima abbia preso la decisione di abbandonare l’iniziativa al fine di evitare possibili tensioni migliorando rapporti e relazioni con le autorità locali e il governo cinese, una strada già largamente intrapresa negli scorsi mesi con l’annuncio di nuovi centri di Ricerca e Sviluppo nel paese, numerose visite di Tim Cook presso startup locali e non solo, e anche un investimento monstre di Cupertino in Didi Chuxing, concorrente locale di Uber.

iPhone 7 rosso cina