Home Macity Internet La Commissione europea vuole un’unità per la difesa dagli attacchi hacker

La Commissione europea vuole un’unità per la difesa dagli attacchi hacker

La Commissione ha presentato il progetto di una nuova unità congiunta per il ciberspazio per far fronte all’aumento degli incidenti informatici gravi che incidono sui servizi pubblici e sulla vita delle imprese e dei cittadini in tutta l’Unione europea.

“Diventa sempre più necessario mettere in campo risposte avanzate e coordinate in materia di cibersicurezza di fronte a un numero crescente di attacchi informatici dalle dimensioni e ricadute sempre maggiori e con un forte impatto sulla nostra sicurezza”, spiega Bruxellles. utti gli attori interessati nell’UE devono essere pronti a rispondere collettivamente e a scambiarsi le informazioni del caso in base al principio della “necessità di condividere”, anziché della semplice “necessità di sapere”.

Annunciata dalla presidente Ursula von der Leyen negli orientamenti politici, l’unità congiunta per il ciberspazio sta ora prendendo forma, con l’obiettivo di riunire le risorse e le competenze a disposizione dell’UE e dei suoi Stati membri per una prevenzione, deterrenza e risposta efficaci alle crisi e agli incidenti informatici su vasta scala. Troppo spesso i soggetti coinvolti nella cibersicurezza, comprese le comunità civili, di contrasto, diplomatiche e di difesa informatica, come pure i partner del settore privato, operano indipendentemente gli uni dagli altri. Con l’unità congiunta per il ciberspazio questi soggetti disporranno di una piattaforma virtuale e fisica di cooperazione: le istituzioni, gli organi e le agenzie competenti dell’UE, insieme agli Stati membri, costruiranno progressivamente una piattaforma europea di solidarietà e assistenza per contrastare gli attacchi informatici su vasta scala.

Amazon non deve pagare 250 milioni di euro di tasse

La raccomandazione sull’istituzione di un’unità congiunta per il ciberspazio è un passo importante verso il completamento del quadro europeo per la gestione delle crisi di cibersicurezza. Si tratta di un risultato concreto della strategia dell’UE per la cibersicurezza e della strategia dell’UE per l’Unione della sicurezza, che contribuisce alla sicurezza dell’economia e della società digitali.

Di questo pacchetto fa parte anche la relazione presentata dalla Commissione sui progressi compiuti negli ultimi mesi nell’ambito della strategia dell’UE per l’Unione della sicurezza. La Commissione e l’Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza hanno inoltre presentato la prima relazione di attuazione della strategia per la cibersicurezza, come richiesto dal Consiglio europeo, e nel contempo hanno pubblicato la quinta relazione sui progressi compiuti nell’attuazione del quadro congiunto del 2016 per contrastare le minacce ibride e della comunicazione congiunta del 2018 sul rafforzamento della resilienza e sul potenziamento delle capacità di affrontare minacce ibride. La Commissione ha infine adottato la decisione che istituisce l’ufficio dell’Agenzia dell’Unione europea per la cibersicurezza (ENISA) a Bruxelles, in conformità al regolamento sulla cibersicurezza.

L’unità congiunta per il ciberspazio sarà una piattaforma che promette di garantire una risposta coordinata dell’UE alle crisi e agli incidenti informatici su vasta scala e offrirà assistenza nella fase di ripresa da tali attacchi. Oggi nell’UE e negli Stati membri sono molti i soggetti coinvolti, in diversi campi e settori. Nonostante le possibili specificità dei singoli settori, le minacce sono spesso comuni, e quindi vi è la necessità di coordinamento, di condivisione delle conoscenze e persino di meccanismi di preallerta.

La Commissione propone di dar vita all’unità congiunta per il ciberspazio con un processo graduale e trasparente in quattro fasi, cui parteciperanno a pieno titolo gli Stati membri e i diversi soggetti attivi nel settore. L’obiettivo è garantire l’avvio della fase operativa dell’unità congiunta per il ciberspazio a decorrere dal 30 giugno 2022 e la sua piena operatività entro i dodici mesi successivi, ossia entro il 30 giugno 2023. L’Agenzia dell’Unione europea per la cibersicurezza (ENISA) fungerà da segretariato nella fase preparatoria e l’unità congiunta per la cibersicurezza opererà nelle vicinanze dell’ufficio di Bruxelles dell’ENISA e di CERT-UE, la squadra di pronto intervento informatico delle istituzioni, degli organi e delle agenzie dell’UE.

Per tutte le notizie sulla sicurezza informatica vi rimandiamo a questa sezione di macitynet.

Offerte Speciali

Apple Watch 6 Cellular 44mm al minimo storico: solo 449 euro

Apple Watch 6 al prezzo del Prime Day: risparmiate fino al 16%

Apple Apple Watch 6 Cellular scende al prezzo più basso, pari a quello del Prime Day. Ribasso fino al 16%
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,955FollowerSegui