La Polizia USA ora riesce a sbloccare gli iPhone, compreso iPhone X

Forze di polizia e agenzie federali statunitensi hanno comprato il "grimaldello" che consente di bypassare i meccanismi di cifratura integrati in iOS. Un numero crescente di telefoni viene sbloccato ogni giorno

La Polizia USA ora riesce a sbloccare gli iPhone. È quanto si apprende dal sito Motherboard che afferma di avere crescenti e convergenti segnali in questo senso. Si tratterebbe dell’esito della diffusione di GrayKey, uno strumento relativamente economico che consente di bypassare i meccanismi di cifratura degli iPhone. Forze di polizia e agenzie federali avrebbero comprato il tool che consente di bypassare i meccanismi di cifratura integrati in iOS sfruttando un meccanismo di forza bruta.

Tra le autorità che hanno acquistato GrayKey, ci sono: i corpi di polizia regionale del Maryland e dell’Indiana e forze di polizia locali della Contea di Miami-Dade (Florida). Altre forze dell’ordine come l’Indianapolis Metropolitan Police Department non hanno ancora acquistato il tool ma hanno ricevuto un preventivo da parte di Grayshift. I Servizi Segreti prevedono l’acquisto di almeno una dozzina di box GrayKey; il Dipartimento di Stato ha già acquistato la tecnologia e l”ente federale antidroga è interessato.

La notizia arriva in concomitanza delle lamentele da parte di funzionari delle autorità di contrasto che affermano di essere impossibilitati ad accedere a prove contro la criminalità. La disponibilità di strumenti per l’hacking di iPhone, vanifica le argomentazioni dell’FBI che da tempo preme per l’integrazione di backdoor nei dispositivi affinché le autorità possano avere accesso immediato ai contenuti.

sbloccare gli iPhone

“Il sistema dimostra che anche la polizia locale e statale può avere accesso ai dati in molte situazioni”, spiega Matthew Green, professore assistente e crittografo del Johns Hopkins Information Security Institute. “Questo sembra essere in contraddizione con quanto l’FBI afferma a proposito della loro impossibilità ad accedere a questi dispositivi”.

Grayshift, lo ricordiamo, è una sorta di grimaldello proposto a forze di polizia e società specializzate in informatica forense.  Venduto da un’azienda denominata GrayKey, è uno strumento venduto in due varianti: quella da 15,000$ consente di sbloccare fino a 300 iPhone; quella da 30.000$ consente di sbloccare un numero illimitato di dispositivi.

A questo indirizzo trovate un nostro articolo con la spiegazione di com’è fatto e come funziona il dispositivo. Lo sblocco avviene sfruttando un meccanismo che attacca l’iPhone con il metodo della “forza bruta” (verificando tutti i codici di sblocco teoricamente possibili fino a che si trova quello effettivamente corretto).

GrayKey può tentare di sbloccare gli iPhone di nuova generazione, incluso l’iPhone X e funziona con le ultime versioni di iOS fino a iOS 11.2.4. Lo sblocco non sempre è possibile o possibile in tempi brevi (dipende dal tipo di codice sfruttato).