Su iPhone X le app sono brutte (per ora)

È successo con iPhone 5, succederà di nuovo con iPhone X: le app saranno contornate da bande nere per riempire tutto lo spazio. Il bel design del nuovo smartphone è nelle mani degli sviluppatori

Pensavamo di essercene liberati con il passaggio ai 4 pollici di iPhone 5, ma ci sbagliavamo: l’incubo delle app con bande nere tornerà con iPhone X. Il problema estetico è messo in evidenza da una fotografia pubblicata su Reddit che mostra l’applicazione di Pokémon GO in azione sul nuovo smartphone di Apple, quello su cui – pochi – potranno subito mettere le mani al lancio fissato per il 3 novembre.

Due bande nere riempiranno i bordi superiore e inferiore del display per tutte le applicazioni che non saranno ottimizzate nelle prossime settimane, prima cioè che iPhone X finisca nelle mani degli utenti. Come dicevamo non è la prima volta che Apple si trova ad affrontare un inconveniente di questo tipo: nel 2012 con iPhone 5 si passava da uno schermo da 3,5 pollici ad uno più grande, di 4 pollici, che cambiava nell’aspect ratio. Prima erano 4:3, poi diventarono 16:9.

app su iPhone X

Con iPhone X lo schermo sarà ancora più lungo, per la precisione un 18,5:9. Questo significa che non è sufficiente ingrandire le applicazioni, ma è necessario un intervento a monte, da parte degli sviluppatori, che dovranno mettere mano all’interfaccia utente modificandola per garantire il supporto al nuovo schermo.

Soltanto gli sviluppatori infatti possono garantire applicazioni “a tutto schermo” su iPhone X, con ovvie conseguenze quindi sui tempi necessari per l’ottimizzazione. Chi ha vissuto il passaggio ad iPhone 5 sa già di cosa stiamo parlando: in qualche caso si potrebbero dover attendere mesi, specialmente per quelle applicazioni che non vengono aggiornate di frequente. Per molte altre, il restyling potrebbe addirittura non arrivare mai. Inutile girarci intorno: il bel design di iPhone X è nelle mani degli sviluppatori.