Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Microsoft, obbligo vaccinazioni per dipendenti e vendor in visita all’azienda

Microsoft, obbligo vaccinazioni per dipendenti e vendor in visita all’azienda

Pubblicità

Microsoft richiederà una prova attestante che una persona sia stata vaccinata contro la patologia da COVID-19, prova che da settembre verrà richiesta a tutti i dipendenti, i vendor e gli ospiti che varcano qualsiasi edificio di proprietà Microsoft negli USA.

A riferirlo è la stessa azienda indicando nuove regole per chi si reca nei suoi uffici, riferendo inoltre di avere anticipato la completa apertura degli stessi: in precedenza si era parlato del 4 ottobre ma ora è il 7 settembre la data indicata per il ritorno di vari dipendenti in azienda. Alcuni dipendenti statunitensi che lavorano a Redmond (Washington) sono già da qualche tempo rientrati part-time.

Funzionari dell’azienda hanno fatto sapere che Microsoft ha previsto alloggi per i dipendenti che, per motivi di salute o altre ragioni (es. motivazioni religiose) non possono essere vaccinati. I caregiver di pazienti immunodepressi o genitori di bambini troppo piccoli per ricevere un vaccino potranno continuare a lavorare da casa fino a gennaio 2022.

LinkedIn, l’azienda controllata da Microsoft, ha fatto recentemente sapere che i dipendenti continueranno a lavorare da remoto a tempo indeterminato.

Microsoft ha riferito ancora di stare valutando a livello locale e per ogni regione geografica, nazione o stato le policy da adottare.

Microsoft «Epic Games deve poter continuare a sviluppare app per piattaforme Apple»

Numerose aziende del mondo IT e non solo stanno valutando la vaccinazione obbligatoria per i dipendenti che altrimenti saranno costretti a sottoporsi a test regolari e rispettare il distanziamento sociale. Negli USA in varie aziende è sempre e comunque richiesto di indossare la mascherina e non mancano restrizioni sulla maggior parte dei viaggi. Il vaccino obbligatorio per i dipendenti riflette la crescente preoccupazione per la diffusione della variante Delta, considerata pericolosa per bambini, anziani e immunodepressi.

Anche Apple sta valutando l’obbligo vaccinale per il rientro dei dipendenti nel quartier generale. Cupertino avbrebbe inviato una lettera ai dipendenti per incoraggiare il personale a vaccinarsi. Non c’è, almeno al momento nessun obbligo ma Cupertino ha consiglaito ai dipendenti di parlare con il proprio medico e decidere ciò che è giusto per loro.

Per tutti gli articoli che parlano della pandemia di coronavirus e degli impatti sul mondo della tecnologia, del lavoro e della scuola a distanza, oltre che sulle soluzioni per comunicare da remoto si parte da questa pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Minimi storici sugli su iMac M3, prezzo da 1199 euro con sconto del 26%

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 430 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 8-core, solo 1199 €, riobasso del 26%. Prezzo eccellente anche sulla versione con GPU da 10 core
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità