fbpx
Home Hi-Tech Android World MWC14: YotaPhone 2, l'inizio di una nuova era di smartphone a due...

MWC14: YotaPhone 2, l’inizio di una nuova era di smartphone a due schermi?

La prima rivoluzione nel campo degli smartphone, è noto, è arrivata con il primo modello di iPhone rilasciato nel 2007 da Apple. Da allora, il modo di concepire lo smartphone è totalmente cambiato. Si attende adesso un’altra rivoluzione in grado di ridefinire il concetto di smartphone e portarla nuovi livelli. Un accenno a questa possibile rivoluzione arriva da Yota, operatore russo che recentemente ha iniziato lo sviluppo e la progettazione di dispositivi mobili. Tra questi YotaPhone 2, dove il numero due non sta semplicemente per il secondo modello di smartphone prodotto, ma anche per il numero degli schermi adottati dal terminale. Infatti, questa nuova gamma di smartphone dispone di due display: il primo frontale di natura tradizionale, il secondo invece dotato di una particolare tecnologia, ad oggi conosciuta su un qualsiasi reader ebook. Si tratta di schermi EPD, acronimo per Electronic Paper Display.

Questo nuovo schermo in bianco e nero, posizionato sul retro del telefono, è in grado di offrire all’utente informazioni di svariata natura, senza necessità di accendere necessariamente lo smartphone. È facile immaginare i molteplici utilizzi di uno schermo retrostante in grado anche di aumentare notevolmente l’autonomia del dispositivo, grazie ad un consumo energetico davvero basso. Gli utenti, infatti, potrebbero accedere a numerose informazioni, quali il calendario, la lista degli impegni, o altre ancora, consultando lo schermo EPD, senza accendere realmente il dispositivo. Lo schermo EPD, infatti, è in grado di non gravare sulla batteria, se non per quei pochi istanti in cui ricarica e modifica la schermata. E’ quello che accade con i tradizionali reader e-book attualmente presenti sul mercato, che consumano batteria solo al refresh delle informazioni per il cambio pagina.

Lo schermo EPD è, ovviamente, sensibile al tocco, così che l’utente potrà cambiare pagina o interagire con le informazioni ivi presenti attraverso i canonici tap e slide. Attualmente, in quel di Barcellona, non era possibile utilizzare qualsiasi applicazione con lo schermo secondario EPD. Infatti, per poter utilizzare il nuovo schermo retrostante, l’applicazione deve essere appositamente ottimizzata. Chissà che in futuro sempre più applicazioni possano sfruttare al meglio questo nuovo schermo, come una sorta di widget 2.0. Tra le applicazioni che riescono ad interfacciarsi ottimamente con il nuovo schermo EPD, attualmente, un calendario e un lettore di notizie in grado di fornire feed da più fonti, come Twitter e Facebook.

YotaPhone 2 arriverà anche sul mercato europeo, e quindi italiano, anche se ancora nessuna data di rilascio è stata ufficialmente comunicata. Stessa sorte per il prezzo, non ancora definito dal produttore, ma che si attesterà su una fascia piuttosto alta. Si tratta di un terminale con display frontale da cinque pollici con risoluzione FullHD da 1920×1080, il cui design complessivo è molto simile al Nexus S di Google. Ad ogni modo, caratteristiche tecniche e design a parte, YotaPhone 2 potrebbe essere il pioniere di una nuova era di smarthpone.

OWWrWsoodTtQAwMcIKP6kclP74JuEsnsyfmc53-v-GQ

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,792FansMi piace
93,851FollowerSegui