fbpx
Home Macity Curiosità Negozi Apple in India, la marcia continua

Negozi Apple in India, la marcia continua

Apple continua il dialogo con l’India per aprire i suoi negozi all’interno del paese. Per farlo ha bisogno di benefici fiscali, che il governo è disposto pure a concedere, a patto che la società di Cupertino rispetti una condizione.

Le leggi attuali del paese richiedono che l’azienda si rifornisca per almeno il 30 per cento delle componenti dei prodotti da fabbriche locali. Nei mesi scorsi Apple ha iniziato l’assemblaggio di iPhone SE in India, precisamente a maggio scorso, anche se l’esperimento ha riguardato produzioni molto ridotte, rispetto al regime di Apple. Nelle scorse ore, Ramesh Abhishek, segretario del Dipartimento di politica industriale e di promozione in India, ha dichiarato che il paese sta prendendo in considerazione l’idea di accettare le richieste di esenzioni avanzate da Apple, almeno secondo quanto evidenziato da Reuters.

negozi apple

Anche se l’India decidesse di accettare, rimarrebbe fermo il limite del 30% sopra indicato: Apple dovrebbe rivolgersi a rifornitori locali per almeno il 30% della produzione. Ad ogni modo, le trattative sembrano proseguire per il meglio, mentre le richieste di Apple appaiono esplicite e dirette: sgravi fiscali per i fornitori. Per facilitare i rapporti  con il paese, Apple ha già ridotto i prezzi dei suoi iPhone prodotti in India, in risposta alle riforme fiscali favorevoli emanate dal governo locale.

Appare chiaro come l’India sia diventata una zona geografica di particolare interesse per Apple, e per il suo amministratore delegato, Tim Cook, che da tempo sostiene sforzi, anche con visite nel paese, per cercare di avviare una collaborazione che porti all’apertura di negozi all’interno dell’India. Nel mese di marzo, per venire incontro agli sviluppatori nel paese, Apple ha avviato un servizio per impartire lezioni per  programmare su codice per iOS, MacOS, watchos e tvOS. Il servizio ospita ospita laboratori e presentazioni su elementi come il design dell’interfaccia, e lo sviluppo tramite Swift.

Questo interesse non stupisce. L’India è ancora tutta da scoprire per Apple; qui la Mela ha una percentuale insignificante e questo in un paese che ha invece enormi potenzialità: si parla di 1.3 miliardi di abitanti, e nonostante un numero molto importante viva sotto la soglia della povertà, esiste una classe media e molto istruita, interessata ad acquistare prodotti tecnologici. Oggi questa fascia di consumatori si rivolge essenzialmente al mercato cinese e parzialmente a quello interno per soddisfare le sue ambizioni in fatto di comunicazioni in mobilità, ma potrebbe essere interessata anche al mondo Apple. O almeno così speramno i vertici di Cupertino.

 

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 765,99 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,834FansMi piace
93,217FollowerSegui