iMac Pro potrebbe avere un sistema antifurto sempre attivo

Sarà a prova di ladro: in iMac Pro troveremo un sistema antifurto sempre attivo. Lo sostiene un blogger specializzato nello scandagliare il codice di Apple alla caccia di novità

Dentro iMac Pro in arrivo a dicembre ci potrebbe essere non solo un processore Apple A10 Fusion ma anche un sistema antifurto sempre attivo. Lo sostiene Pike’s Universum, il blog che in passato ha fatto varie interessanti scoperte “frugando” nelle beta di macOS: ora sostiene di avere individuato elementi che lasciano supporre l’esistenza di un meccanismo di connessione mobile per gli iMac Pro, un sistema che potrebbe essere utilizzato alla stregua di un antifurto, sulla falsariga di quanto è possibile fare con “Trova il mio iPhone” che aiuta a ritrovare lo smartphone smarrito. E in caso di furto o smarrimento, oltre a tracciare la posizione, mantiene al sicuro le informazioni e rende difficile per chiunque utilizzare o vendere il dispositivo.

imac pro antifurto
«Il meno caro degli iMac Pro costerà 4.999 dollari e sarà più costoso di qualunque altro iMac finora disponibile» si legge in un post sul blog citato, «Per non parlare del modello top di gamma con un prezzo superiore ai 15.000 dollari; non è difficile portare via un computer da 27″ e forse anche per questo Apple introdurrà “Find my iMac Pro”, nuova funzionalità di protezione contro i furti. L’idea, sulla falsariga di quanto già oggi è possibile fare con programmi ad hoc (ne abbiamo parlato qui) è una funzione che, in caso di furto, “chiami casa” indicando luogo e altri dettagli sulla posizione del computer.

Il blogger inizialmente suggerisce la presenza di una semplice funzione antifurto, simile o un po’ più evoluta dell’attuale Trova il mio Mac, per poi spingersi a ipotizzare l’impiego di una SIM per chiamare “casa” o qualcos’altro legato a iOS e all’iPhone, in questo caso quindi anticipando una funzione completamente nuova.

Apple non ha specificato la data esatta di arrivo di iMac Pro limitandosi a indicare genericamente che “è previsto per dicembre”. Sul sito della multinazionale di Cupertino è presente un pulsante “Avvisatemi” che consente di indicare la propria email e ricevere aggiornamenti sulla data di uscita del nuovo potente all-in-one.

Nei giorni passati sono emerse voci secondo le quali iMac Pro sfrutterà un coprocessore ARM A10 per funzionalità di sicurezza e per consentire l’uso di “Ehi Siri” anche sul Mac.

Di sicuro, ‘iMac Pro sfrutterà un display Retina 5K da 27″, processori Xeon fino a 18-core ed elaborazione grafica fino a 22 teraflops (la nuova GPU Radeon Pro Vega) con un nuovo nucleo di elaborazione di ultima generazione e fino a 16GB di memoria video on-package a elevata ampiezza di banda (HBM2). iMac Pro supporta anche l’archiviazione SSD fino a 4TB e fino a 128GB di memoria RAM ECC, e con quattro porte Thunderbolt 3 permette di collegare contemporaneamente fino a due array RAID ad alte prestazioni e fino a due monitor 5K. Per la prima volta su un Mac, iMac Pro offre la tecnologia 10 Gigabit Ethernet per connessioni fino a 10 volte più veloci.