Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » AggiornaMac » OS X 10.8, AppleScript Editor supporta Versioni e salvataggio automatico

OS X 10.8, AppleScript Editor supporta Versioni e salvataggio automatico

AppleScript è una tecnologia che ha venti anni e in questo tempo indubbiamente si è rivelata una preziosa compagna di tanti smanettoni non programmatori che l’hanno sfruttata per automatizzare applicazioni e creare di tutto. Tra le peculiarità di AppleScript l’impossibilità di eseguire semplici file di testo come altri linguaggi di scripting: l’esecuzione di uno script o di un’applicazione indipendente scritta in AppleScript richiede la compilazione. Uno script compilato è un file AppleScript in formato modificabile leggibile con AppleScript Editor o in altri programmi per la modifica degli script. TidBITS nota che OS X 10.8 Mountain Lion continua a mantenere lo stesso formato per gli script, cambiando allo stesso tempo alcune peculiarità: script e applicazioni possono essere salvati in uno stato intermedio, non compilato. È un piccolo e un grande cambiamento allo stesso tempo. Questo cambiamento si è reso necessario con l’introduzione del meccanismo di salvataggio automatico introdotto con OS X 10.7.x Lion (ma con quest’ultimo sistema non era stato attivato): la nuova versione di AppleScript per OS X 10.8 supporta il salvataggio automatico e le versioni. TiDbits evidenzia come non sia stato semplice per Apple affrontare il problema di come trattare le versioni non ancora compilate dei file: avrebbe dovuto consentire il salvataggio solo al termine della compilazione? Salvare i file in un nuovo formato di archiviazione per gli script?  O sfruttare un metodo in qualche modo compatibile con le vecchie versioni? Gli ingegneri di Apple hanno scelto la terza opzione e Mountain Lion ora salva il file non ancora compilato (o quello nel quale sono presenti errori) nel file main.rtf memorizzandolo nella stessa cartella che contiene man.scpt. Quando l’AppleScript Editor di Mountain Lion apre il file .app per l’editing, prima verifica la presenza del file main.rtf: se questo file è presente, l’editor carica il file in questione come codice sorgente; se non lo è, decompila main.scpt come con le precedenti versioni di OS X.

Altra “novità” nell’AppleScript Editor è la presenza della voce “Esporta” nel menu “File”: non è altro che un diverso modo di richiamare “Salva con nome”, per memorizzare con un nome diverso un file o impedire che sia letto o modificato, registrandolo come “solo eseguibile”.

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità