fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Per la giustizia USA gli iPhone nel cloud di Corellium sono legittimi

Per la giustizia USA gli iPhone nel cloud di Corellium sono legittimi

Nell’agosto del 2019 Apple ha intentato una causa contro Corellium, un’azienda specializzata in tecnologie di virtualizzazione mobile che supporta anche iOS. Corellium descrive la sua piattaforma come “la prima e l’unica” in grado di offrire la virtualizzazione di iOS, Android e Linux su ARM.

Nella causa legale, presentata nel distretto sud della Florida, Apple accusava Corellium di violazione del copyright per avere illegalmente replicato il sistema operativo e applicazioni che funzionano su iPhone e su iPad.

Corellium ha trovato il modo di eseguire simulatori di iPhone o iPad sui propri server e offrire così ai propri clienti un modo conveniente per utilizzare iOS da remoto. Questa possibilità non è piaciuta ad Apple, la quale, dopo non essere riuscita ad acquistare l’azienda, ha sporto denuncia nell’estate 2019.

La giustizia americana si è pronunciata sul caso con una clamorosa vittoria per Corellium e una cocente sconfitta per Apple che puntava ad un’ingiunzione permanente, al fine di impedire a Corellium di offrire prodotti che replicano iOS.. Secondo il Washington Post, che riporta alcuni dettagli, il giudice Rodney Smith ha ritenuto che le contestazioni di Apple non fossero ammissibili e che Corellium avesse tutto il diritto di offrire i suoi servizi. L’azienda di Cupertino ha puntato sulla violazione dei diritti d’autore, ma il giudice ha stabilito che siamo nell’ambito del “fair use”, secondo cui determinati utilizzi di materiale protetto da copyright potrebbero essere considerati corretti; l’uso di materiale protetto da copyright è in altre parole concesso per finalità di informazione, insegnamento, istruzione o ricerca.

Apple si oppone all’intervento del governo americano nella causa contro Corellium

Apple si è inoltre lamentata del fatto che uno strumento di virtualizzazione del genere potrebbe cadere nelle mani sbagliate e diventare una seria minaccia per la sicurezza di iOS. Corellium ha però fornito le prove che ogni cliente è accuratamente selezionato proprio per evitare che il servizio venga sfruttato da malintenzionati.

Cupertino tenterà altre strade ma quanto accaduto è un duro colpo e probabilmente darà il via ad altri player che potrebbero tentare di offrire lo stesso tipo di servizi in futuro.

A maggio di quest’anno Corellium ha ha rivelato l’esistenza di “Project Sandcastle“, un prodotto in beta che sfrutta il jailbreak checkra1n per consentire l’esecuzione di Android su vecchi modelli di iPhone.

Tutte le notizie di macitynet che parlano di Apple sono disponibili da questa pagina, invece per tutte quelle dedicate a iPhone rimandiamo alla sezione dedicata del nostro sito.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui