Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Per Zuckerberg Apple fa pagare il più possibile, Meta invece no

Per Zuckerberg Apple fa pagare il più possibile, Meta invece no

Con l’introduzione del nuovo visore Meta Quest Pro, Mark Zuckerberg torna a scagliare frecciate in direzione di Cupertino, prima criticando l’ecosistema chiuso di Apple contro il metaverso aperto e interoperabile desiderato da Meta, ora invece il CEO dei social ritiene che Apple si fa pagare il più possibile dagli utenti per il suo hardware, mentre invece Meta è disposta a vendere i suoi visori a prezzo di costo o addirittura in leggera perdita per sostenere la diffusione della realtà virtuale e ora del metaverso.

In sostanza Zuckerberg attacca la strategia di Apple su tutti i fronti: prima quello tecnologico e di piattaforma, ora con prezzi e strategia di mercato. Per il CEO del colosso social, intervistato in un podcast segnalato da Business Insider, è normale che le società hardware realizzino profitti e margini sui prodotti che vendono. Ma a suo dire Apple fa eccezione perché addebita ai consumatori il massimo che le è possibile.

Per Zuckerberg Apple fa pagare il più possibile, Meta invece no

«Penso che il modello di business sarà dirompente, in quanto in genere le persone costruiscono hardware e cercano di trarne profitto, mentre se sei Apple, costruisci hardware e fai pagare il più possibile per questo».

Al contrario Meta è disposta a ridurre al minimo i suoi margini di guadagno, accontentandosi di coprire i costi e di andare a pareggio, addirittura anche vendere con una leggera perdita. In questo modo la società sostiene la diffusione della realtà vrituale e del metaverso, includendo il maggior numero di persone, mentre ricavi e fatturato per Meta arriveranno da software e servizi.

«Penso che avere qualcuno che entri nello spazio e fondamentalmente dica: “Costruiremo il miglior hardware nel settore e lo venderemo praticamente a un punto di pareggio e in alcuni casi, forse anche leggermente in perdita al fine di aiutare fondamentalmente a far crescere l’ecosistema con il modello di business in cui le entrate provengono fondamentalmente da software e servizi».

Nel pensiero di Zuckerber questa è la strategia di Meta allineata alla missione di sempre di Facebook e dei suoi social, cioè quella di collegare le persone: per costruire una esperienza sociale servono persone, e Meta è disposta a tutto pur di farle salire a bordo.

Il primo visore Apple è atteso all’inizio del 2023 o entro la prima parte del prossimo anno.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB scontato di 220 euro su Amazon

Su Amazon torna in sconto e va vicino al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 679 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità