Pixelmator Photo per iPad ora disponibile

È disponibile Pixelmator Photo, la nuova app per iPad dagli sviluppatori di Pixelmator Team. Tanti e completi strumenti per l'editing delle foto, con tool che offrono migliorie grazie anche all'intelligenza artificiale.

Pixelmator Photo

È finalmente disponibile Pixelmator Photo, in versione iPad. Vene così  mantenuta la promessa di qualche giorno fa, quando il Pixelmator Team (qui la nostra intervista) aveva annunciato la loro ultima creazione un  software che integra funzionalità di intelligenza artificiale per la correzione delle foto.

Pixelmator Photo, spiegano gli sviluppatori, offre ai fotografi tutti gli strumenti necessari per l’editing di foto su iPad, un insieme di strumenti non-distruttivi e di correzione di classe desktop (tipicamente disponibili solo su costose applicazioni per computer). I vari tool consentono di migliorare in vari modi le foto; è supportato il formato RAW ed è possibile sfruttare uno strumento denominato “Repair tool” per la rimozione di oggetti indesiderati, e vari preset per creare effetti ispirati a famose pellicole fotografiche di tipo analogico.

“Pixelmator Photo è uno foto-editor incredibilmente potente e facile da usare”, spiega Saulius Dailide, uno dei fondatori di Pixelmator Team. “Mette a disposizione un completo set di strumenti che i fotografi esperti conoscono e amano e che la l’interfaccia chiara e pulita rende accessibile anche ai principianti”. Grazie alle funzionalità di Machine Learning, chiunque è in grado di sfruttare gli strumenti per migliorare le foto e creare scatti magnifici in pochi secondi”.

L’applicazione mette a disposizione potenti strumenti che usano tecniche di modifica non distruttiva. Le modifiche non distruttive, lo ricordiamo, consentono di apportare cambiamenti a un’immagine senza sovrascrivere i dati originali, in modo da conservarli e poter ripristinare all’occorrenza l’immagine precedente. Tra le funzioni non-distruttive a disposizione, strumenti che consentono di applicare correzioni cromatiche o tonali a un’immagine senza modificare i valori dei pixel in modo permanente, comandi per modificare luci, ombre e variazioni, luminosità, contrasto, lavorare di fino con la “grana” della pellicola virtuale, regolare il bilanciamento del bianco e molti altri ancora.

Gli strumenti “Repair” e “Crop” permettono di rimuovere dall’immagine eventuali elementi indesiderati (imperfezioni, oggetti, ricreare parti mancanti) in base al contenuto, ritagliare aree ma anche regolare la composizione di una foto, la prospettiva, ecc.

Pixelmator Photo usa l’apprendimento automatico per applicare migliorie. Gli sviluppatori spiegano che l’algoritmo sfrutta la tecnologia Core ML di Apple, addestrata con oltre 20 milioni di foto professionali ed è in grado di ritagliare automaticamente (rendere la composizione più “attraente”), regolare l’esposizione e livelli di input e output.

Di particolare interesse anche gli strumenti per le regolazioni dei colori, ispirati – come già detto – alle pellicole analogiche. È possibile richiamare un particolare look. Di serie con l’app sono presenti varie raccolte classiche e moderne, ma anche preset pensati per l’architettura di paesaggio, quella urbana, la fotografia notturna. Anche questi preset sono pensati per sfruttare funzionalità di intelligenza artificiale.

Pixelmator Photo per iPad  richiede iOS 11.0 o versioni successive ed è compatibile con iPad Pro e iPad di terza generazione e seguenti. Nel momento in cui scriviamo il prezzo sull’App store è di 5,49 euro.