HomeMacProfEmulazioni, virtualizzazione, Mac e WindowsPogoplug: trasforma chiavi e dischi USB in unità  di Rete

Pogoplug: trasforma chiavi e dischi USB in unità  di Rete

I dischi NAS (Network Attached Storage) sono semplicemente dei dischi con una parte hardware in più che consente di gestire la presenza in una rete locale o su internet. Pogoplug è esattamente questo: la parte hardware, senza il disco: quello ce lo mettete voi, nella forma di chiavetta USB oppure di vero e proprio disco rigido. Quel che volete, basta che l’interfaccia di collegamento sia USB.

Si possono anche attaccare più dischi, tramite un hub USB, al nostro piccolo apparecchio venduto anche in rete. Il sistema di file sharing così semplificato è utile per varie cose. Si possono lasciare informazioni protette a disposizione in rete per quando viaggiamo senza bisogno di lasciare acceso il computer, oppure si può costituire un file server pubblico o privato senza bisogno di avere una macchina dedicata.

Cosa serve? Il Pogoplug si comanda, come si fa con molti altri apparecchi di questo genere, via browser. Lui è in pratica un grosso trasformatore, con presa Ethernet per collegarlo al router o al modem ADSL di casa, e di una presa USB per attaccarci la parte “storage”, cioè il disco o chiavetta che vogliamo condividere. Il costruttore non fornisce i dati di consumo, però è evidente che siamo di alcune unità  di grandezza al di sotto di quelli che possono essere i consumi di un Mac o un Pc lasciato acceso (anche con monitor oscurato o spento).

Dal momento che viene venduto negli Usa a 99 dollari più tasse, Pogoplug ha un solo “problema”: lo spinotto elettrico è con le due lame a modello statunitense e l’alimentazione è a 110 Volt. Fortunatamente, però, dal momento che è considerato un apparecchio da viaggio, l’alimentatore può funzionare anche a 220-240 volt e richiede quindi un semplice adattatore “passivo” da 1 euro (che cambia il formato delle lame dello spinotto).

Funziona con Windows a partire da XP, Mac OS X a partire dalla versione 10.4 sia Intel che PowerPC, infine anche Linux: è compatibile con Safari, Firefox 3, IE7, Chrome, e può utilizzare volumi esterni formattati NTFS, FAT32, Mac OS Extented journaled e non journaled, Ext-2 Ext-3.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial