Promise ha già pronti dischi interni specifici per i nuovi Mac Pro

Ancora devono arrivare sul mercato ma sviluppatori software e produttori di accessori sono già impegnati su prodotti che hanno come target i nuovi Mac Pro 2019.

Promise ha già pronti dischi interni specifici per i nuovi Mac Pro

Promise Technology, azienda che da sempre si contraddistingue per soluzioni di storage di spicco, ha annunciato unità interne per i Mac Pro 2019, soluzioni che permettono di integrare fino a 4 drive internamente nei nuovi computer.

Il Pegasus R4iriferisce Appleinsider – è un modulo RAID per l’architettura di espansione che Apple chiama “MPX Module”, utilizzabile con i due slot dedicati che si trovano nel nuovo desktop. Il sistema del produttore integra quattro moduli intercambiabili con quattro dischi rigidi da 7200RPM inizializzati (pre-formattati da Promise e alimentati dal connettore di alimentazione MPX.

Pegasus J2i è una slitta più tradizionale, un sistema che il produttore definisce astuccio per lo storage interno ad attacco diretto (“direct-attach internal storage enclosure”), fornito con un disco SATA pre-formattato da 8TB e che offre la possibilità di aggiungere un secondo disco. Da quanto sembra di capire, J2i sarà collegabile internamente usando i tradizionali cavi SATA.

Sia i drive, sia le slitte sono garantiti tre anni. I prezzi non sono al momento noti. I nuovi Mac Pro 2019 offrono svariate opzioni in termini di prestazioni e opzioni di espansione e configurazione; integrano otto slot di espansione PCIe, il doppio rispetto al Mac Pro di generazione precedente. Negli USA il nuovo Mac Pro sarà disponibile a partire da $5,999 e potrà essere ordinato da questo autunno.