fbpx
Home Hi-Tech Android World Qualcomm chiede agli USA di poter vendere chip a Huawei

Qualcomm chiede agli USA di poter vendere chip a Huawei

Con il bando di Trump su Huawei il colosso cinese non può ottenere software, chip e processori che contengono tecnologie USA: anche se secondo alcuni osservatori il blocco potrebbe tornare in qualche modo utile per Qualcomm, in realtà il costruttore di chip statunitense ritiene vero esattamente il contrario e sta facendo pressioni presso l’amministrazione USA affinché il blocco su Huawei per i chip venga rimosso.

È la prima volta che emergono indizi in questo senso, grazie a un documento di presentazione creato da Qualcomm per convincere il governo USA a rimuovere le restrizioni e permettere alla società di vendere i suoi processori Snapdragon a Huawei.

qualcommIl documento spiega che il bando in realtà non impedirà a Huawei di ottenere le componenti necessarie per altre vie e fornitori, di fatto convogliando miliardi di dollari di vendite delle società USA ai costruttori di chip di altre nazioni, tra cui vengono citati MediaTek e Samsung. La conclusione della presentazione, intercettata dal Wall Street Journal, è chiara: secondo Qualcomm la rimozione del bando su Huawei per i chip USA contribuirà positivamente alle società statunitensi permettendo loro di rimanere più competitive. Al contrario se il bando rimarrà in essere danneggerà le società USA.

Nel settore smartphone è attesa la spinta dei nuovi terminali con connettività 5G, molti dei quali impiegano chipset progettati da Qualcomm, inclusi i nuovi iPhone 12 in arrivo questo autunno. Il documento spiega che potrebbe verificarsi «Un rapido cambiamento nelle quote di mercato dei chipset 5G» se Qualcomm sarà obbligata a non vendere a Huawei i suoi chip, mentre altri costruttori potranno farlo liberamente. Anche qui, ancora una volta, il riferimento sembra puntare direttamente a Samsung e MediaTek.

qualcomm chip huawei

Ricordiamo che alcune società, tra cui Intel, Micron e Xilinx sono riuscite ad ottenere licenze ed esenzioni dal bando, ma rimane ancora esclusa Google che non può fornire i suoi software Android e Google Play Store per i terminali Huawei. Difficile al momento prevedere se Qualcomm riuscirà a convincere l’amministrazione USA e ottenere una licenza o meno.

Tutti gli articoli e le notizie che parlano di Qualcomm e Huawei sono disponibili ai rispettivi collegamenti. Per tutti gli articoli di macitynet che parlano di iPhone e Android si parte dai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 765,99 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,834FansMi piace
93,209FollowerSegui