Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » Qualcomm, il concorrente dell’M1 potrebbe arrivare nel 2023

Qualcomm, il concorrente dell’M1 potrebbe arrivare nel 2023

Qualche settimana addietro sono circolate indiscrezioni sul futuro chip di Qualcomm che dovrebbe essere in grado di competere con l’M1 di Apple. Circolano ora nuove voci e sembra che il SoC di Qualcomm dovrebbe essere disponibile in due varianti: SC8380X e SC8380XP; si tratta sostanzialmente di due chip simili pensati per sostituire la piattaforma Snapdragon 8cx Gen 3 (quella usata sui PC con Windows 11 ARM come il Surface Pro 9). Secondo il sito Winfuture (da dove arrivano le nuove indiscrezioni) la denominazione Snapdragon 8cx Gen 4 è improbabile, segno della volontà di voler sottolineare una rottura con la gamma precedente.

I chip in questione dovrebbero integrare 12 core (8 performance core e 4 efficiency core), alla stregua dell’M1 (che vanta 6 oppure 8 performance core e 2 core a bassa potenza). La memoria utilizzata sarebbe la LPDDR5X (di ultima generazione e a basso consumo) e la memoria flash di tipo UFS 4.0, standard che promette prestazioni elevate sia in termini di velocità (lettura sequenziale sino a 4.200MB/s) sia sul fronte dei consumi.

Ovviamente Qualcomm integrerà un modem 5G della gamma X65 direttamente nel chip, elemento che permetterebbe di differenziarsi rispetto a Apple che non ha ancora un suo chip-modem e dipende da Qualcomm. Attualmente molti laptop con Windows 11 per ARM offrono anche il modem 4G, mentre Apple non offre questa possibilità.

Qualcomm

Secondo quanto riferisce Sammobile, Samsung potrebbe sfruttare il nuovo chip di Qualcomm in nuovi laptop che vedremo nel 2023, offendo finalmente una valida alternativa ai MacBook Air M1 e M2. Se ne dovrebbe parlare ad ogni modo nella seconda metà del 2023, anche perché Samsung ha da poco presentato il Galaxy Book2 Pro 360 con un chip Snapdragon 8cx Gen3 (molto più lento dell’M1).

La sezione più preformante sarebbe basata sul core Phoenix sviluppato da Nuvia, società acquisita da Qualcomm nel 2021 fondata da ex dipendenti Apple e al centro di una causa in corso tra ARM e Qualcomm; la sezione a basso consumo potrebbe (nulla è certo) sfruttare una nuova architettura come ad esempio i core ARM con licenza.

Se Qualcomm riuscirà ad offrire un valido concorrente dei chip Mx di Apple potremo finalmente assistere a una sana competizione, con ovvi vantaggi per tutti. Il nome in codice del nuovo chip di Qualcomm è Hamoa e qualcuno la ha già pomposamente denominato “M1 Killer“. Aspettiamo per giudicare e quando Qualcomm sarà pronta, si troverà probabilmente a dover combattere con l’M3 di Apple, SoC di nuova generazione già in lavorazione a Cupertino.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità