Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » Raspberry Pi 5 non arriverà nel 2023

Raspberry Pi 5 non arriverà nel 2023

A causa dell’impatto della pandemia sul mondo e dei successivi problemi alla catena di approvvigionamento, il Raspberry Pi 5 non arriverà il prossimo anno: ne ha parlato l’amministratore delegato dell’azienda, Eben Upton, durante un’intervista concessa alla Explaining Computers in cui ha piuttosto definito il 2023 un anno «di ripresa».

Non aspettatevi il Pi 5 per il prossimo anno. Quello sarà un anno di ripresa. Ma c’è un merito, penso, nel far passare un anno prima di cercare di introdurre qualcosa di nuovo, un anno durante il quale penseremo a riprenderci da quello che è appena successo a tutti noi.

Raspberry Pi 5 purtroppo non arriverà nel 2023

I rischi

Per gli appassionati questo annuncio è quasi come ricevere il colpo di grazia: nell’ultimo anno e mezzo i Raspberry Pi sono stati eccezionalmente difficili da acquistare per via dei sopracitati problemi e l’azienda è stata costretta a rallentare le forniture per gli hobbisti dando invece la priorità ai clienti commerciali.

Il pericolo, spiega Upton, è che introducendo un nuovo prodotto in un momento come questo, con l’azienda che si deve ancora riprendere, si rischia di non riuscire a produrne in quantità sufficienti per soddisfare la domanda. Potrebbe persino cannibalizzare l’offerta dei modelli già esistenti perché si creerebbe una competizione all’interno della produzione stessa specialmente per quanto riguarda la divisione delle risorse: praticamente, «sarebbe un disastro».

Raspberry Pi 5 purtroppo non arriverà nel 2023

La situazione sta già migliorando

L’azienda ha così deciso di andarci cauta: Upton si aspetta che l’offerta torni ai livelli pre-pandemia entro il secondo trimestre del 2023, e in tal caso soltanto a quel punto si potrà cominciare a pensare al Pi 5 che, salvo sorprese, verrebbe commercializzato quindi soltanto nel 2024.

Comunque la situazione pare stia già cominciando a migliorare «anche se non siamo ancora del tutto fuori pericolo». L’azienda dice di aver notato alcuni miglioramenti in alcuni canali della sua catena di fornitura che le avrebbe consentito di mettere da parte «poco più di 100.000 pezzi» per gli appassionati.

Quattro o cinque anni per l’aggiornamento

Sono passati più di tre anni da quando Raspberry Pi ha introdotto il Pi 4 (era il 2019), di conseguenza queste tempistiche rappresenteranno il più grande intervallo di tempo tra una generazione e l’altra.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

airpods 3 icona

Airpods 3 tornano al minimo, solo 159 €

Su Amazon torna un consistente sconto sugli AirPods 3. Li pagate 159 €, il 20% in meno del prezzo ufficiale Apple

Ultimi articoli

Pubblicità