Recensione Anker Soundcore Infini, la soundbar versatile per la TV di casa

Con 100W di potenza e due subwoofer, l’audio è potente ma al contempo chiaro, pulito e più avvolgente che mai: è la migliore soundbar di Anker

Bozza automatica

A quasi un anno dalla prova di Anker Soundcore Infini Mini abbiamo finalmente messo le mani sul modello superiore: Anker Soundcore Infini è la soundbar più performante di Anker, capace di superare la sorella minore praticamente in tutto: dalla potenza alla resa audio, fino alla pulizia del suono e alla tridimensionalità dell’intero comparto sonoro.

Le dimensioni sono impegnative ma se in salotto c’è spazio per ospitarla allora è tra i migliori compagni che si possono desiderare per mettere un vero e proprio cinema in salotto.

Bozza automatica

Com’è fatta

Anker Soundcore Infini è una soundbar da 35”, quindi di dimensioni piuttosto importanti: è lunga quasi un metro (misura precisamente 88 x 9 x 5,6 centimetri) perciò va accostata a TV non più piccoli di 40” altrimenti il rischio è quello di ritrovarsi con una soundbar più lunga del televisore stesso. Nel confronto con la versione Mini provata lo scorso anno appare completamente diversa: emerge una cura dei materiali decisamente superiore, con una rete metallica a proteggere i driver ed una struttura in policarbonato satinato per il resto della scocca.

Il design è più squadrato, molto più elegante ed il peso è decisamente superiore (siamo intorno ai 3 Kg).

L’azienda ha perfezionato anche la sezione dedicata ai collegamenti: le porte USB, audio ottico, AUX e coassiale così come la presa di alimentazione sono alloggiate all’interno di un incavo e i cavi possono essere instradati attraverso una fessura che permette di poggiare la soundbar su un piano o fissata al muro (in confezione trovate piastre, viti e schema semplificato per il corretto posizionamento a parete) senza mai schiacciarli.

Ai lati presenta due ampie cavità che rappresentano i due subwoofer dedicati alla diffusione delle basse frequenze, mentre i pulsanti di controllo sono intelligentemente nascosti sulla striscia frontale con copertura in gomma dove è impresso il marchio Soundcore.

Come collegare Anker Soundcore Infini

E’ possibile collegare la soundbar al televisore in quattro modi differenti scegliendo due strade via cavo oppure una completamente wireless.

Collegamento via cavo audio Aux-RCA

Per collegare Anker Soundcore Infini a televisori che non dispongono di una uscita audio ottica è sufficiente inserire la spina audio jack da 3.5mm nell’apposita presa della soundbar e i due cavi bianco e rosso nelle rispettive prese normalmente posizionate sul retro o in uno dei due lati del televisore (il cavo è incluso in confezione).

Collegamento via cavo coassiale

E’ anche possibile collegare la soundbar a televisori dotati di uscita audio coassiale. In tal caso è necessario acquistare il cavo separatamente.

Collegamento via cavo ottico

Per collegare la soundbar a televisori dotati di uscita audio ottica basta utilizzare il relativo cavo in dotazione collegando una delle due estremità alla presa audio ottica della soundbar e l’altra estremità all’uscita audio ottica (OPT OUT) del televisore.

Collegamento via Bluetooth

E’ infine possibile collegare la soundbar ad un telefono o ad un televisore dotato di Bluetooth attivando la modalità wireless (basta premere il pulsante B sul telecomando) e ricercando lo speaker dal menu dispositivi Bluetooth nelle vicinanze del televisore. Questa modalità permette ovviamente di collegare la soundbar a qualsiasi dispositivo Bluetooth, anche smartphone e tablet. In questo modo è perciò possibile trasformarla temporaneamente in uno stereo per il salotto oppure per guardare un film dal tablet godendo però di un audio superiore.

Bozza automatica

Come funziona

Per utilizzare la soundbar Anker Soundcore Infini è innanzitutto necessario accenderla. E’ possibile farlo attraverso la pulsantiera integrata nello speaker oppure dal telecomando pigiando il tasto On/Off.

L’accensione è piuttosto rapida: in pochi secondi è pronta all’uso. A questo punto non resta che pigiare il pulsante relativo al tipo di collegamento desiderato. Se la soundbar è collegata al televisore tramite cavo audio si dovrà premere il pulsante contrassegnato da una freccia all’interno di un cercio, se invece si desidera abilitare il collegamento Bluetooth allora basta cliccare il relativo pulsante contrassegnato dalla lettera B.

Film, Musica o programmi TV? Ad ognuno il (tasto) suo

Se si sta utilizzando la soundbar per potenziare l’audio di un film può essere una buona idea cliccare poi sul tasto Movie, se è in visione un videoclip musicale o si sta ascoltando la musica dallo smartphone farà la differenza il tasto Music così come se si sta seguendo un quiz o un qualsiasi altro programma televisivo allora è buona cosa cliccare il tasto contrassegnato da un fumetto.

Questi tre pulsanti infatti adeguano l’equalizzazione della soundbar a queste tre diverse tipologie di ascolto. Con la modalità Music viene data maggiore enfasi alle frequenze medio basse, con Movie l’audio è definito ed avvolgente mentre con la modalità Dialoghi (il fumetto) si percepisce una migliore riproduzione del parlato.

Bozza automatica

Come suona

Abbiamo utilizzato con piacere questa soundbar per qualche giorno alternandone l’uso non solo tra musica e film, ma affiancandola anche a documentari e spettacoli TV quotidiani. La differenza tra gli speaker integrati nel nostro televisore (un Sony Bravia di recente generazione) e la soundbar è evidente, così come il balzo qualitativo rispetto alla versione Mini.

Rispetto a quest’ultima non abbiamo solo più del doppio della potenza massima erogabile (40W contro i 100W di Infini) ma anche una percezione del suono davvero tridimensionale.

Il volume massimo è sì superiore ma non così evidente. Se con la versione Mini l’azienda era già riuscita a fare un lavoro eccellente dal punto di vista del volume, con il modello Infini si è concentrata soprattutto sulla resa sonora, con il risultato che la soundbar suona forte ma anche in maniera incredibilmente chiara e pulita.

Accompagnarla ai film è davvero uno spettacolo, con un suono che mai distorce e neppure appare esagerato. Qualsiasi livello di volume si sceglie si avrà sempre un audio frontale definito e capace di far percepire anche il minimo dettaglio pensato dal film-maker che con il televisore andrebbe irrimediabilmente perso.

Aumentando il volume a ricevere una notevole spinta sono soprattutto le basse frequenze, per le quali troviamo due subwoofer dedicati. Alzandolo al massimo, soprattutto nelle scene più concitate, l’impressione è quella di sentir vibrare le pareti, tanta è la potenza che questa soundbar è capace di offrire.

Bozza automatica

Conclusioni

E’ difficile non consigliare subito l’acquisto di Anker Soundcore Infini, specialmente se la TV è più che un semplice dispositivo di intrattenimento. Gli appassionati di film e serie TV che vogliono ricreare l’effetto cinema in salotto dovrebbero seriamente prendere in considerazione l’investimento che, parallelamente alla resa complessiva, non è neanche troppo esagerato.

Prezzo al pubblico

Anker Soundcore Infini è in vendita su Amazon per 149,99 euro.