HomeRecensioniRecensione Asus ROG Phone 5, la macchina perfetta per il gaming mobile

Recensione Asus ROG Phone 5, la macchina perfetta per il gaming mobile

Da diversi mesi ormai, il mondo smartphone ha accolto con favore l’arrivo di una nuova categoria. Si tratta dei device creati appositamente per il gaming in mobilità. Asus Rog Phone 5 è certamente tra questi. Una vera e propria “bestia” per i giocatori, dove non mancano perfino luci a LED posteriori, e un design particolarmente aggressivo.

Quest’anno Asus ha dedicato particolare attenzione a questa categoria di prodotti, offrendo un’intera famiglia di telefoni ROG: Standard, Pro e Ultimate. Il modello in prova è quello standard, anche se c’è poco da lasciarsi ingannare da questo appellativo. Basti pensare che si tratta di un dispositivo con 12 GB di RAM e uno schermo a 144 Hz, tra le tante.

Design

A livello estetico abbiamo già accennato al design aggressivo, anche se questo si manifesta più nel posteriore, che non nella parte frontale, dove invece svetta uno stile particolarmente pulito. Sulla parte anteriore, infatti, svetta solo l’ampio schermo da 6,78 pollici, mentre sul lato sinistro è presente il classico bilanciere del volume, oltre al tasto di accensione/standby.

Recensione Asus ROG Phone 5

La prima vera novità si ha sulla cornice opposta, quella sinistra, dove è presente un secondo ingresso USB-C (oltre a quello sulla parte bassa), così da poter ricaricare il device comodamente anche in orizzontale, nel caso in cui si stesse giocando in landscape mode. Poco sotto questa seconda porta è presente anche un connettore magnetico, che servirà per agganciare accessori esclusivi, per incrementare l’esperienza gaming.

Recensione Asus ROG Phone 5

Il retro, invece, presenta pattern più spigolosi, sia per quanto concerne la scocca posteriore, che per il bump camera. Non manca, poi, il logo Republic Of Gamers, che per di più si illumina al bisogno.

Recensione Asus ROG Phone 5

Al di là dell’estetica, ROG 5 è un terminale di grandi dimensioni, con un display da 6,78 pollici, OLED e con risoluzione 1080p. Appare sin da subito come un ottimo pannello, abbastanza nitido, con ottime colorazioni e un buon livello di luminosità. La vera forza del display, che farà per l’appunto la felicità dei gamer, è l’elevatissima frequenza di aggiornamento, fino a 144 Hz. E’ possibile bloccare il dispositivo su questa frequenza, o scegliere se limitarla a 60 o 120 Hz, o ancora se impostarla automaticamente. Questo permetterà di utilizzare il display al massimo, laddove l’app o il gioco in uso supporti tale frequenza, oppure di risparmiare batteria, qualora si stia utilizzando un applicativo che non è in grado di sfruttare tale velocità di aggiornamento

Recensione Asus ROG Phone 5

E’ chiaro che un aggiornamento elevato trasforma l’interfaccia del dispositivo e la rende molto più fluida, anche semplicemente scorrendo l’elenco delle app installate, o quello delle impostazioni di sistema.

Tra gli elementi che rendono esclusivo questo terminale, anche i due trigger sulle estremità opposte della cornice sinistra. Si tratta, sostanzialmente, di tasti basati sul tocco. Questo permette di avere un controllo sull’azione di gioco senza dubbio superiore a quella di qualsiasi altro smartphone. E’ un po’ come avere un pad con tasti dorsali, utili soprattutto negli sparatutto, ma anche in altri titoli con controlli più complessi e profondi.

Recensione Asus ROG Phone 5

Questi tasti aiutano anche a mantenere sempre libero il display, così da poter godere dell’azione di gioco in modo più confortevole. Ancora, è il posizionamento degli altoparlanti che rende questo ROG 5 una perfetta macchina da gioco: quale che sia il modo in cui impugnate il dispositivo, non c’è verso di ostruire il suono. Questo grazie al doppio altoparlante frontale, incastonato nella parte superiore e inferiore del display. Non manca neppure il LED di notifica in alto, così da potervi accorgere della presenza di notifica non lette, anche senza prendere in mano il dispositivo.

Recensione Asus ROG Phone 5

A corredo delle ulteriori specifiche, ROG 5 offre un ottimo sensore di impronte digitale sotto schermo, una batteria da 6.000 mAh, o meglio due batterie da 3.000 mAh ciascuna, con supporto alla ricarica veloce a 65 W con il caricabatterie incluso in confezione.

Uno dei punti di forza di questo terminale è certamente il suono. ROG Phone 5, non solo propone un doppio speaker frontale, ma dispone anche di DAC che supporta l’audio ad alta risoluzione e c’è propone una procedura guidata audio per impostare il suono per ciascuna modalità, a seconda che si guardi un film, o che si stia giocando.

Non ci sono mezze misure su questo reparto: ROG 5 suona in modo eccellente, indipendentemente da ciò che si sta facendo o ascoltando.

Specifiche tecniche

  • Processore: Snapdragon 888
  • RAM: 12 GB
  • ROM: 256 UFS 3.1
  • Schermo: OLED 1080p da 6,78 pollici, fino a 144 Hz
  • Batteria: 6.000 mAh (due da 3.000 mAh)
  • Macchine fotografiche: 64MP f / 1.8 primario, 13MP f / 2.4 ultrawide, 5MP f / 2.0 macro, 24MP f / 2.45 selfie
  • Dimensioni: 172,8 x 77,2 x 10,29 mm
  • Peso: 238 grammi
  • Software: Android 11
  • Jack per cuffie: sì
  • Biometrica: Lettore di impronte digitali ottico sotto schermo

Software e prestazioni

Al primo avvio potrete scegliere se configurare il dispositivo con UI tradizionale, o se dargli quel tocco di aggressività tipico del reparto gaming. Asus offre due diverse tipologie di interfaccia utente: un tema classico simile ad Android stock, e un tema predefinito, che offre un’estetica gaming pronunciata.

Recensione Asus ROG Phone 5

Come facile aspettarsi, il software presenta molte opzioni incentrate sul reparto videoludico. La maggior parte di queste impostazioni è accessibile tramite l’app Armoury Crate, una sorte di centro di controllo dove è possibile richiamare e sfogliare i giochi installati sul dispositivo, oltre a poter regolare il limite termico, le performance della CPU e GPU, quelle della RAM potendo anche affidarsi ad alcuni preset, che a seconda delle scelte, migliorano e ottimizzano alcune funzioni, come il potenziamento della rete per i giochi online, o la frequenza di aggiornamento del display, la sensibilità al tocco, l’autonomia della batteria o le prestazioni di sistema.

Di tutte queste impostazioni è possibile avere riscontro visivo grazie ad un widget, che può essere richiamato su ogni gioco, che mostra in tempo reale informazioni sulla temperatura, gli FPS, la frequenza di aggiornamento schermo, e altre ancora.

Se si parla di come gira il telefono e delle sue prestazioni, non si può che risultare soddisfatti. ROG 5 è semplicemente una scheggia, soprattutto se blocca la frequenza di aggiornamento dello schermo a 144Hz. Tutto scorre in modo estremamente fluido, le app si caricano rapidamente e tutti i giochi testati superano davvero le aspettative.

Non esiste la minima ombra di rallentamento, neppure su titoli più avanzati, come ad esempio Dead Cells, dove l’esperienza di gioco è praticamente pari a quella console: è possibile impostare il massimo della grafica e 144Hz, senza subire il minimo lag. Ovviamente, molti giochi limitano i frame a 60 o 30, ma non per cause imputabili al dispositivo: in ogni caso, anche per questi titoli le prestazioni risultano sorprendenti.

Autonomia

Naturalmente, una delle principali preoccupazioni di ogni mobile gamer è quella legata all’autonomia del dispositivo. Giocare con le impostazioni più elevate possibili, e con una frequenza di aggiornamento fino a 144 Hz ha delle conseguenze in termini di autonomia. Fortunatamente, i 6.000 mAh vengono in soccorso dell’utente. Durante le nostre prove non siamo mai arrivati a spingere il terminale al limite della ricarica, e anche quando abbiamo avuto necessità di collegarlo alla presa, la ricarica rapida ci ha sempre messo in condizioni, dopo pochi minuti, di avere un terminale pronto ad affrontare la giornata. Un utilizzo normale del terminale, come smartphone tradizionale, spingerà l’utilizzo anche oltre due giorni.

Recensione Asus ROG Phone 5

Fotocamere

Qui il tasto dolente, che certamente giustifichiamo a prescindere. E’ chiaro che non si tratti di un camera phone, ed è altrettanto chiaro che le fotocamere non sono state la priorità per Asus. Questo terminale non mira a offrire le migliori foto possibili. Ovviamente, si riusciranno a portare a casa ottimi scatti, ma non al top della categoria.

Recensione Asus ROG Phone 5

Il sensore principale è da 16 MP con apertura f / 1.8 e pixel da 1,6 um , che consente buone foto in condizioni di illuminazione esterna ottimale, mentre si perde molto in condizioni di scarsa illuminazione. Il secondo sensore posteriore è ultra-ampio a 16 MP con un’apertura f2.4 e il terzo sensore è una macro da 5 MP con un’apertura f2.0. La fotocamera frontale, invece, propone un sensore da 24 MP con apertura f / 2.45, consentendo selfie abbastanza dettagliati, ma sempre e solo in condizioni di buona illuminazione.

Vi lasciamo ad una galleria di immagini scattate direttamente con il terminale. Le foto sono buone, nel complesso, anche se certamente non comprerete questo ROG Phone per il suo comparto fotografico.

Conclusioni

ROG Phone 5 è certamente tra i migliori smartphone gaming al momento sul mercato. Si tratta di un dispositivo rivolto ad una fascia di mercato ben precisa, a quella nicchia di giocatori in mobilità, che vuole fare del proprio smartphone una vera e propria console da gioco. Il reparto camere, per quanto comunque sufficiente, è un po’ sottotono rispetto a tutto il resto.

Se il vostro obiettivo è avere la migliore esperienza di gioco mobile possibile allora questo è il telefono che fa per voi. Ovviamente, si dovrà convivere con un peso e dimensioni che non passano inosservate.

Se siete hardcore gamer potete anche fermarvi qui, avete trovato il telefono ideale. Se cercate solo uno smartphone potente, magari che faccia ottime foto, allora passate oltre.

PRO

  • Display a 144 Hz
  • Feedback aptico eccellente
  • Audio
  • Autonomia
  • Perfomance

CONTRO

  • Pesante
  • Non impermeabile
  • Fotocamere

Asus Rog Phone 5 può essere acquistato anche su Amazon a 999 euro.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial