Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Android World » Recensione Gigaset SL930A: il telefono di casa diventa uno smartphone Android

Recensione Gigaset SL930A: il telefono di casa diventa uno smartphone Android

Pubblicità

Nonostante l’implacabile incessare di nuovi modelli di smartphone, iPhone tra tutti, la fascia di mercato della telefonia fissa continua a proliferare nuove e interessanti proposte, segno che il settore è lungi dall’essere dimenticato e che possiede ancora molti assi da giocare. Gigaset, marchio leader, già l’anno scorso aveva mostrato alcune prospettive con il modello SL930A, proprio di un display touch screen e di un layout personalizzabile, ma quest’anno è stato fatto il salto definitivo con il modello SL930A (186 euro su Amazon), che propone un sistema operativo Android che ne amplia le possibilità sin dove non era immaginabile pensare fino a poco tempo fa.

Fisso o smart? Entrambi!
La telefonia fissa è un settore che sta cercando la sua nuova incarnazione: dopo gli anni di egemonia totale e quelli di trasformazione dovuta alla crescita del mobile, oggi rappresenta la forma più economica di comunicazione voce, ma anche la più comoda (perché è sempre presente) e per certi versi la più sicura, perché non soffre di alcuni problemi come la copertura e la durata della batteria.

Gigaset, da tempo leader di questo tipo di prodotti, dispone di una linea molto interessante di modelli, sia cordless che a filo. La novità di quest’anno, oggetto di questo test, è un modello molto particolare: l’SL930A è il primo telefono fisso ad utilizzare il sistema operativo Android, e con esso è in grado di offrire tutta una serie di capacità che alzano l’asticella del prodotto sino a proporsi come valida alternativa per l’utilizzo casalingo al classico smartphone, che può nel frattempo rimanere in carica per l’utilizzo fuori casa.

Esteticamente l’SL930 si presenta come un parallelepipedo di plastica, cinturato con una gradevole cromatura di metallo lucido: l’ampio display frontale lo rende un modello particolarmente suggestivo, che può fare la differenza in qualsiasi scrivania o salotto, laddove estetica e ricercatezza sono doti ricercate.

Il telefono è un po’ più pesante di un iPhone, in gran parte a causa della presenza della grande batteria e dell’elettronica nella parte posteriore, il cui accesso è garantito dal pannello estraibile con una cerniera a clip. Una volta acceso, il telefono mostra alcune schermate di benvenuto, utili per eseguire la prima configurazione che chiede una identità (un account GMail, comunque non necessario), il collegamento ad un network wireless e l’associazione ad una base Gigaset, inclusa nella confezione, ma è possibile utilizzare basi compatibili già presenti, per creare una rete di numeri interni in modo molto semplice, anche con altri terminali Gigaset meno evoluti.

Con questi primi passi otteniamo subito una sincronizzazione dei contatti e del calendario del telefono con un account GMail: il calendario può essere un vezzo, ma poter utilizzare tutti i contatti direttamente sul terminale cordless, aggiornati, è un grande vantaggio e una comodità incredibile, unitamente a tutti gli interni presenti.

Apple in questo senso ha reso le cose più difficili con l’arrivo di Mountain Lion, tuttavia è ancora possibile eseguire la sincronizzazione dei contatti con un account GMail attivandola dal pannello Preferenze di Contatti alla voce Account. In questo modo, ogni cambiamento sarà sincronizzato in automatico con i server di Google e, di conseguenza, via Wi-Fi con SL930A. Allo stesso modo il telefono potrà seguire tutti gli eventi del calendario, compresi quelli di Facebook, e avvisarci in tempo per ogni appuntamento, anche se siamo seduti alla scrivania in ufficio e abbiamo lasciato iPhone nella giacca.

Sin qui è chiaro che la presenza di una rete Wi-Fi è fondamentale per consentire al telefono di mostrarsi al meglio, ma non fondamentale in quanto l’SL930A è perfettamente in grado di operare, come telefono, anche in assenza di una connessione ad internet.

 

La potenza di Android
La versione di Android installata durante il test era la 4.04, facilmente aggiornabile in modo del tutto automatico in un paio di minuti dal Pannello di controllo. Sembra strano a dirsi, ma utilizzare un telefono fisso con Android, anche dopo poco tempo, fa sembrare strano l’utilizzo degli altri telefoni “tradizionali”, e questo vale anche per chi utilizza quotidianamente l’ultimo modello di iPhone.

gigaset sl930aIl sistema operativo è ovviamente personalizzato su misura del telefono, e propone alcune app preinstallate molto comode come l’App Telefono, Segreteria, Orologio, Persone, un browser e un client email: a queste si aggiungono altre app come Chrome, Foto, Galleria, GMail, Google Play e tutte le altre app relative ai servizi di Google tra cui spicca Maps. Proprio grazie a Google Play però possiamo ampliare la già vasta scelta per cercare e scaricare altre app dallo store di Android che possono essere installate come su qualsiasi altro terminale mobile. Abbiamo subito colto la palla al balzo e provveduto ad installare i classici Facebook e Twitter e i comunque imprescindibili Evernote e Dropbox.

L’ampia personalizzazione di Android, in questo più di iOS, ci ha permesso di sfruttare i moltissimi widget che mostrano in tempo reale notizie, tempo, stato dei vari social network, ora e data, appuntamenti e quant’altro: dato che SL930A, in quanto telefono fisso, passa gran parte del proprio tempo in carica sulla base in dotazione, mantenere il display acceso non è un peccato e non preclude il consumo di batteria, comunque buono e non fondamentale dato l’utilizzo.

La comodità della linea Gigaset
Lo confessiamo: all’inizio la potenza e la versatilità di SL930A ci ha fatto quasi dimenticare che si tratta di un telefono cordless e che nel giudizio generale conta molto anche questa voce. Com’era da aspettarsi per l’ammiraglio della linea Gigaset il telefono è impeccabile nei servizi voce. La base in dotazione offre una copertura totale a tutti gli altri modelli Gigaset, e anche ad altri modelli compatibili, creando in automatico una rete di interni il cui nome è personalizzabile dal pannello, come d’altra parte è gestita in automatico l’ora con il supporto per i fusi orari.

I pulsanti fisici presenti appena sotto lo schermo permettono di gestire le chiamate in modo veloce, anche se tutto può essere gestito in modo touch dal display, e comunque data la presenza dei contatti, raramente ci si trova a dover formulare un numero manualmente. Il telefono memorizza i numeri digitati recentemente ma propone anche quelli utilizzati più spesso e, tramite i widget, è possibile fissare sul display delle scorciatoie per la digitazione automatica di alcuni numeri prefissati.

La qualità audio è molto buona ed in linea con gli altri apparecchi Gigaset così come le chiamate interne verso gli altri apparecchi. E’ importante sottolineare che proprio grazie ad Android SL930A può diventare un perfetto terminale Skype, sempre acceso e sempre reperibile, con possibilità di chiamate internazionali gratuite, anche se dato che non dispone di una videocamera frontale ne posteriore, è impossibile fare videochiamate.

Il regalo Geek dell’anno
Considerato il costo contenuto (se visto come uno smartphone) e le possibilità intrinseche del telefono (forse è un po’ audace, ma noi ci abbiamo installato anche alcuni giochi) il modello può essere il regalo perfetto per l’amico tecnologico in cerca di un prodotto all’ultimo grido. La forma austera ma affascinante e il look indubbiamente moderno lo rendono perfetto anche sulla scrivania di chi necessita di dispositivi moderni da mostrare o dell’amministratore delegato per cui il telefono è il vero strumento di lavoro.

La potenza e la versatilità offerta dalla possibilità di attingere a tutte le app di Google Play lo portano ad essere molto più di un semplice telefono: questo terminale fisso per versatilità e funzioni svolte somiglia più a un computer portatile o a una versione ridotta di un tablet. Le caratteristiche costruttive e tecnologiche, che qui non abbiamo sottolineato perché non discriminanti nella scelta lo rendono comunque un dispositivo interessante anche solo per la connessione Wi-Fi, capace di estenderne l’utilizzo anche ben oltre l’ampia copertura del segnale della base.

Pro
– Un vero e proprio smartphone per telefonia fissa
– Compatibile con il mondo delle app Android
– Prezzo accessibile

Contro
– Più pesante di uno smartphone

Prezzo e disponibilità
Gigaset SL930A è in vendita presso i principali rivenditori di elettronica. Su Amazon costa 186 euro spedizione inclusa

 

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Prezzo sempre più giù per Apple Watch 9, sconto fino al 20%

Su Amazon gli Apple Watch 9 tornano in sconto e vanno ad un nuovo minimo. Li potete comprare con un ribasso di 90 € pagandoli anche a rate senza interessi
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità