Recensione Xiaomi Mi Box S: buon prodotto ma poche novità per l’Android TV

Recensione Xiaomi Mi Box S: praticamente la stessa periferica di due anni fa, ad eccezione del Telecomando, adesso con tasto Netflix e Live TV integrato.

Recensione Xiaomi Mi Box S: bene, ce ne era bisogno?

Quasi due anni fa, ormai, recensivamo la prima TV Android di Xiaomi, la Xiaomi Mi Box, evidenziando come fosse un modo semplice, economico, e con stile, di accedere al mondo di Andoid TV.

Nelle settimane scorse la società cinese ha rilasciato Xiaomi Mi Box S, il nuovo set top box con sistema operativo di Google. Se si esclude il telecomando, è la stessa periferica rilasciata nel 2017. Ce ne era davvero bisogno?

Per chi fosse interessato a leggere la recensione del primo box Xiaomi, vi lasciamo direttamente a questa pagina. La nuova Mi Box S è praticamente la stessa periferica, almeno a giudicare dalla scheda tecnica dei due modelli.

Cambia leggermente il design del piccolo box, che adesso è leggermente più squadrato, mentre in passato aveva forme più tondeggianti. La dimensione è la stessa, e a livello estetico non è possibile dire quale delle due sia preferibile.

Si tratta di una questione totalmente soggettiva. Le porte sul retro sono esattamente le medesime: HDMI 2.0a (HDCP 2.2.), una USB Full size, e ingresso AUX da 3,5 mm.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Caratteristiche tecniche

A livello di caratteristiche tecniche Mi Box S è praticamente identica alla periferica rilasciata quasi due anni fa. Supporta, infatti, una risoluzione fino a 4K, con un frame per secondo pari a 60, il processore è un Quad-Core Cortez-A53, affiancato da una GPU Mali 450 e 2 GB di RAM, con 8 GB di memoria integrata.

Si tratta di caratteristiche che, due anni fa, potevano essere considerate all’avanguardia nel mondo di Android TV, ma che ad oggi stonano leggermente. Non solo perché si sarebbe potuto fare meglio, ma perché si sentiva come necessario un aggiornamento rispetto al set top box precedente. La verità, allora, è che Mi Box S è praticamente la stessa Android TV di prima, pur con un telecomando modificato.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Telecomando

Seppur di forma e dimensioni identiche, il telecomando di Xiaomi Mi Box S è particolarmente diverso. Anzitutto ci sono due tasti completamente nuovi: il primo per Netflix e il secondo per i canali Live, che ancora non sono supportati in Italia; o meglio, ci sono due fonti disponibili su Play Store, ma nessuna con canali italiani.

Anche la disposizione degli altri tasti è differente: il tasto Accensione/Spegnimento è posto in alto, poco sopra il pulsante colorato per attivare il microfono e richiamare l’Assistente Google. C’è poi anche il tasto “App”, che richiama un menù dove sono presenti tutte le applicazioni installate a bordo.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Funziona bene, il tasto Netflix è comodo e il comando “ok, Google” offre quasi tutte le funzioni presenti su smartphone, tablet e altoparlanti, ad esclusione del controllo domotico, che qui non è supportato. Sarà possibile interagire con l’assistente digitale potendo chiedere informazioni sul tempo, risultati di un evento sportivo, o anche richiedere un elenco di film tematici.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno? La stessa ricerca, inoltre, può essere utilizzata all’interno delle varie app, come Google Play Store, Spotify, Youtube, per effettuare una determinata ricerca.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Audio e video

Sempre con riguardo alle caratteristiche tecniche, per gli amanti della riproduzione video, Xiaomi Mi Box supporta, tra le altre, la riproduzione video H.265 HEVC MP-10 a L5.1, sempre con risoluzione 4K o 2K a 60fps. Ancora, supporta la riproduzione H.264 AVC HP L5.1, 4K e 2K a 30fps e H.264 MVC, fino a 1080P a 60fps.

Xiaomi Mi Box, infine, non si fa mancare il supporto a HDR10/HLG HDR. Questo vuol dire poter godere a pieno delle potenzialità multimediali della periferica: in una parola, Netflix alla massima potenza. Inutile dire che tutte le app di streaming, musicale o video, funzionano alla perfezione, senza l’ombra di scatti o rallentamenti.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Quanto al reparto sonoro, il set top box Xiaomi offre supporto al DTS 2.0 + Digital Out, Digital Plus e fino al 7.1 pass through. Manca il supporto al Dolby Atmos. Sul retro, le uniche porte presenti sono quella HDMI 2.0a (HDCP 2.2.), una USB Full size, e ingresso AUX da 3,5 mm.

Android TV

Come già anticipato, ciò che contraddistingue questo box dai mille altri presenti su internet, è il software installato: Xiaomi Mi Box S è una Android TV. C’è da dire che la piattaforma, almeno per quel che riguarda il mercato italiano, non è cresciuta come ci si aspettava.

Non mancano applicazioni interessanti da sfruttare sulla TV del salotto, come Netflix, YouTube, DAZN, RaiPlay, e altre per lo streaming di contenuti multimediali. Sono però sempre poche. Se si guarda allo store, reparto giochi, ci si accorge che ci sono veramente poche applicazioni valide: da questo punto di vista Mi Box S è lontana anni luce da una Apple TV.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

A distanza di due anni restano ancora valide le considerazioni passate: il Play Store non è proprio deserto, ma le applicazioni veramente utili si contano sulle dita di una mano, a voler essere buoni, di due mani. A parte Spotify, KODI, TimVision e le app pre installate, come Netflix, Youtube, Google Play Music e Play Film, c’è davvero poco altro. E’ stata aggiunta, rispetto al passato, Infinity, servizio di streaming video molto utilizzato in Italia.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Conclusioni

Su Gearbest Xiaomi Mi Box S costa poco più di 70 euro. Si tratta ancora una volta del modo più economico per entrare nel mondo di Android TV e l’esperienza risulta tutto sommato gradevole.

Peccato solo che l’hardware sia praticamente lo stesso di due anni fa, e che la piattaforma Android TV non sia cresciuta poi così tanto come auspicabile.  In ogni modo il telecomando è sensibilmente migliorato rispetto al passato, con il tasto Netflix utilissimo, e quello del microfono rivisto nella grafica.

Recensione Xiaomi Mi Box S: ok, ce ne era bisogno?

Prezzi e disponibilità

Su Gearbest Xiaomi Mi Box S si acquista a circa 80 euro. Sul sito ufficiale tutte le informazioni sulla possibilità che vengano applicati costi doganali, anche se la spedizione Italy Express (che si consiglia di scegliere), con buona probabilità, eviterà ogni onere aggiuntivo.

Clicca qui per acquistare.

PRO

  • Esteticamente apprezzabile
    Supporto 4K a 60 fps
    Supporto HDR
    Telecomando con tasto Netflix e Assistente Google

CONTRO

  • Stesso Hardware di due anni fa
  • Piattaforma Android TV che non decolla