fbpx
Home Macity Curiosità Responsabile AI Google licenziato, altri ingegneri abbandonano la nave

Responsabile AI Google licenziato, altri ingegneri abbandonano la nave

Dopo il licenziamento di Timnit Gebru, ricercatrice a capo del reparto ricerca AI, che ne aveva denunciato i pregiudizi razziali, altri ingegneri di spicco stanno abbandonano la nave. Ecco cosa sta succedendo in quel di Google.

E’ ormai nota la storia della 37enne ricercatrice licenziata da Google per aver denunciato i pregiudizi razziali dell’intelligenza artificiale, che farebbe più fatica a riconoscere i volti delle persone di colore. Secondo Reuters, il direttore tecnico David Baker ha lasciato il gigante della tecnologia il mese scorso, dopo 16 anni in forza al colosso. In una lettera di addio, Baker ha detto che l’uscita di Gebru “ha spento il [suo] desiderio di continuare come googler”. Ha aggiunto: “Non possiamo dire di credere nella diversità e quindi ignorare la vistosa assenza di molte voci dalle nostre mura”.

Anche l’ingegnere software Vinesh Kannan, che ha creato infrastrutture e funzionalità per gli acquisti biologici sul sito Web, ha lasciato l’azienda. Kannan ha spiegato in un tweet di aver preso la sua decisione perché “il maltrattamento di @timnitGebru e @RealAbril (April Christina Curley) da parte di Google ha superato una linea rossa personale”.

Alphabet chiude il 2020 in crescita, grazie a ricerche e YouTube

Timnit Gebru era solita guidare il team di Ethical Artificial Intelligence di Google fino alla sua controversa uscita. Gebru ha detto di essere stata licenziata dopo aver inviato un’e-mail interna alla newsletter chiamata “Brain Women and Allies”. In un rapporto che cercava di andare in fondo a quanto accaduto, il Technology Review del MIT ha affermato che il licenziamento di Gebru è stata il risultato di un conflitto su un articolo di cui è coautrice. Il documento ha discusso i problemi con la formazione del linguaggio AI, compreso il suo impatto ambientale e il suo potenziale di causare uno svantaggio ai gruppi emarginati.

Secondo quanto riferito, il capo dell’intelligenza artificiale di Google Jeff Dean ha dichiarato ai colleghi in un’e-mail interna che il documento “non ha rispettato i requisiti [della società] per la pubblicazione”. Gebru apparentemente ha respinto l’ordine impartito da Google di ritirare la sua ricerca e ha dichiarato al gigante che si sarebbe dimessa se le sue condizioni non fossero state soddisfatte. Ha scritto su Twitter che Google non era d’accordo con le sue condizioni e ha accettato le sue dimissioni, ponendo fine al suo impiego molto prima della data da lei specificata,  e ancor prima che tornasse dalle vacanze.

Per quanto riguarda Curley, era una selezionatrice della diversità, che ha dichiarato di essere stata licenziata per aver richiamato Google “per le sue stronzate razziste”. Sia Gebru che Curley sono donne di colore. Google ha dichiarato a The Verge di non essere d’accordo con “il modo in cui April descrive la sua risoluzione, ma non è appropriato che [la società] fornisca un commento sulle sue affermazioni”.

L’uscita di Gebru ha causato un putiferio, spingendo migliaia di googler, nonché sostenitori del mondo accademico, dell’industria e della società civile a firmare una lettera in cui si invitava la Ricerca Google “a rafforzare il proprio impegno per l’integrità della ricerca e a impegnarsi inequivocabilmente a sostenere la ricerca che onora gli impegni presi in Principi di intelligenza artificiale di Google “.

Il team di Google Ethics AI ha anche chiesto la rimozione di Megan Kacholia, vice presidente dell’ingegneria di Google, e il ripristino di Gebru in una posizione più alta. Il CEO di Google, Sundar Pichai, si è scusato per come la società ha gestito la sua partenza in un’email interna e si è impegnato a indagare su cosa è successo per “identificare tutti i punti in cui [l’azienda] può imparare”.

Trovate tutte le notizie che gravitano attorno a Google direttamente a partire da questo indirizzo.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui