Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming Ritardi per MacBook Pro, AirPods Pro e Mac Pro, tutti pensano a...

Ritardi per MacBook Pro, AirPods Pro e Mac Pro, tutti pensano a coronavirus

I ritardi di spedizione e consegna di Mac, AirPods e delle versioni con configurazioni personalizzate di MacBook Pro, Mac Pro e iMac Pro, sembrano segnalare che gli effetti di coronavirus si stanno facendo sentire nella catena di approvvigionamento Apple.

Nel momento in cui scriviamo la multinazionale di Cupertino non ha rilasciato dichiarazioni in merito, così la ragione del ritardo non è confermata. In ogni caso è molto probabile che l’allungamento delle tempistiche, rilevabile praticamente in tutti gli Apple Store dei vari paesi, Italia inclusa, sia una conseguenza dello stop alle attività commerciali e industriali in Cina dovute all’epidemia in corso.

Anche se alcune società, inclusa Foxconn, hanno annunciato la ripresa delle attività dal 10 febbraio, in realtà numerosi impianti sono ancora chiusi perché governo e autorità locali non hanno rilasciato i permessi necessari, mentre nelle fabbriche aperte si conta una percentuale molto limitata di lavoratori.
Ritardi per MacBook Pro, Mac Pro e iMac Pro probabilmente dovuti a coronavirusMentre Apple può contare su scorte più ampie per i prodotti di serie, i ritardi dei Mac in configurazioni personalizzate e anche dei richiestissimi AirPods Pro cominciano a evidenziare consistenti slittamenti nei tempi di consegna. Per esempio gli AirPods con o senza custodia di ricarica wireless sono ancora indicati in consegna per il 14 febbraio per chi acquista oggi, invece gli AirPods Pro arrivano soltanto tra un mese esatto, il 12 marzo.

I possibili ritardi dei Mac per coronavirus risultano ancora più evidenti per le macchine che permettono di personalizzare la configurazione. Per esempio MacBook Pro 16” in configurazione standard è consegnato tra il 14-19 febbraio. Ma se in fase di ordine si sceglie un processore più potente o un altro upgrade, la spedizione slitta fino all’11 marzo.

Ritardi per MacBook Pro, Mac Pro e iMac Pro probabilmente dovuti a coronavirusStesso problema per iMac Pro: la configurazione standard arriva tra il 14-19 febbraio, invece se l’utente sceglie processore o componenti diverse si slitta fino all’11 marzo. Praticamente per tutte le configurazioni di Mac Pro l’attesa è lunghissima, fino all’11 marzo, tempistiche insolitamente lunghe per Apple che salvo i periodi di lancio e novità, propone tutti i suoi prodotti a listino con consegna il giorno successivo a quello dell’ordine o poco più.

Offerte Speciali

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

MacBook Air M1 256 GB nei colori argento e oro torna al minimo storico: 977 euro

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto che lo porta per la prima volta a 977 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,955FollowerSegui