CES 2017, da Sculpteo la prima bici stampata in 3D

La stampa 3D a metallo non è più una frontiera: a Las Vegas mostrata la prima bicicletta stampata in 3D grazie a una piattaforma di Sculpteo che promette di "democratizzare" il servizio.

Bici 3D

Sculpteo, azienda specializzata nella stampa 3D e che offre una struttura di produzione via cloud, ha creato un servizio per la stampa di metalli in 3D, una scelta che potrebbe permettere di trasformare la complessa produzione additiva in un processo di fabbricazione standard, alla portata di tutti. La stampa 3D in metallo era finora considerata la frontiera poiché la maggiorparte delle tecnologie di stampa di questo tipo ha bisogno di fondere i metalli, lavorando a temperature di molte centinaia di gradi, operazione notevolmente più complessa rispetto ai “tradizionali” metodi di stampa delle resine.

Oggetti di metallo personalizzati in 3D sono realizzati “in casa” ad esempio dalle multinazionali che lavorano nel campo dell’aeronautica e in quello medico, ma la possibilità di creare questi oggetti è ovviamente utile anche per il design di prodotti commerciali e molti altri settori.

Sculpteo afferma di voler “democratizzare” il campo della stampa 3D dei metalli permettendo ai clienti di produrre in modo flessibile, elementi su piccola, media e grande scala. Rispetto ad altri materiali, la stampa dei metalli implica la soluzione di sfide complesse ma l’azienda afferma di avere risolto a monte i possibili problemi sviluppando e mettendo a disposizione strumenti che simulano le fasi di fabbricazione. Gli strumenti in questione permettono di tenere conto dei parametri di fabbricazione del componente, ottimizzando il processo in base al design e alla reazione del materiale di cui è composto l’oggetto.

Al CES di Las Vegas l’azienda ha presentato “Agile Metal Technology: the Business Case”, un sistema d’intelligenza artificiale colloquiale in grado di valutare la compatibilità di un progetto per la stampa 3D dei metalli; il sistema, frutto di sette anni di esperienza nel settore della stampa 3D, analizza e compila benefici e rischi del progetto, suggerendo all’utente i materiali più adatti per la creazione del prototipo.

A dimostrazione della funzionalità del suo sistema, Sculpteo ha stampato una bicicletta in 3D completamente funzionante; il veicolo è costato meno di 5000 euro ed è stato creato sfruttando tutte le funzionalità della piattaforma interattiva di Sculpteo: la stampa 3D, il taglio laser, la gestione di materiali polimerici (resine, plastiche). La bici, creata per il 70% con parti realizzati sulla piattaforma Sculpteo, era in mostra negli stand dell’azienda al CES di Las Vegas. Non solo è stato creato il prototipo ma i due designer del progetto, a dimostrazione della bontà della loro creazione, dal 9 gennaio viaggeranno con la bici per 800 Km, da Las Vegas a San Francisco.

I designer Alexandre Orsetti e Piotr Widelka con la prima bici al mondo stampata in 3D.
I designer Alexandre Orsetti e Piotr Widelka con la prima bici al mondo stampata in 3D