Shigeru Miyamoto: “Il mercato non è pronto per la realtà virtuale”

Shigeru Miyamoto di Nintendo esprime i suoi dubbi sull'attuale mercato dei videogiochi, non ancora proto per la rivoluzione della realtà virtuale. "Non sappiamo nemmeno come commercializzarla".

shigeru miyamoto

Shigeru Miyamoto, leggendario designer Nintendo considerato papà di immortali saghe quali Super Mario e Legend of Zelda, resta dubbioso sulle potenzialità della realtà virtuale, almeno in un’ottica di breve termine. Durante un recente incontro con gli investitori, Miyamoto ha espresso la volontà di Nintendo di concentrarsi sul presente, i giochi per Wii U e Nintendo 3DS, cui ha opposto i dubbi nei confronti della corsa alla realtà virtuale cui sono impegnati i rivali Sony e Microsoft.

Shigeru-Miyamoto

“Ho avuto l’impressione generale che siano stati mostrati non solo prodotti per quest’anno, ma anche molti prodotti per il prossimo anno o l’anno dopo e, a causa di questo, l’introduzione di molti dei loro titoli software sono stati fatti con demo non giocabili – ha detto Miyamoto riguardo alle presentazioni di Sony e Microsoft – Inoltre, in numerose dimostrazioni per i dispositivi di realtà virtuale condotti presso le recenti fiere di settore, e all’ E3 di questo anno, ho notato un certo numero di dimostrazioni di prodotti “da sogno” per i quali la pianificazione e il formato per la commercializzazione sono sconosciuti”.

Di fatto Miyamoto esprime i dubbi – non solo suoi – di chi non ha ancora capito quali saranno le strategie commerciali per convincere le persone a acquistare una tecnologia che non può essere promossa commercialmente se non con una semplice strategia visiva. Per dirla in parole semplici, come è possibile pubblicizzare una tecnologia che va soprattutto “provata” e non semplicemente vista?

Oculus-Rift-cover

E’ probabile che dietro alle dichiarazioni di Miyamoto si celi semplicemente la volontà attuale di Nintendo di non partecipare alla competizione nel mercato della realtà virtuale, forse in attesa di una tecnologia veramente efficace e accessibile. Nintendo tentò già nel 1994 di testare il mercato della realtà virtuale producendo il Virtual Boy, forse il più clamoroso flop in termini i vendite per una console Nintendo. Probabilmente ora Nintendo vuole attendere che il mercato sia realmente matura per non commettere gli stessi errori.

virtual-boy