HomeMacityFoto DigitaleRecensione Me...

Recensione Mediacom SkiMask HD, la maschera da snowboard con action camera integrata

Ultimamente le action camere stanno spopolando per il semplice motivo che, grazie a questi piccoli dispositivi, è possibile riprendere scene d’azione o di semplice vita quotidiana da un punto di vista puramente soggettivo. La facilità di utilizzo (non è richiesta alcuna competenza riguardo l’acquisizione di video), parallelamente al prezzo che negli ultimi anni è sceso sensibilmente, ha attirato una vasta fetta di mercato di utenti consumer che desiderano registrare i video delle proprie vacanze portando a casa un ricordo che diventa così ancora più indelebile.

Nelle ultime settimane, oltre alle più comuni action camere che sci ispirano alla forma, le dimensioni e l’utilizzo della celebre GoPro con tanto di compatibilità negli accessori, abbiamo avuto modo di provare anche qualche action camera di produttori che hanno azzardato un impiego del tutto nuovo. Basti pensare agli SportGlass HD di Mediacom che sostanzialmente integrano una videocamera all’interno di quello che all’apparenza sembra un comune paio di occhiali da sole. La stessa azienda si è spinta anche oltre installando una videocamera anche nella SkiMask HD che è, a tutti gli effetti, una maschera da snowboard. Visto il periodo ed il clima l’abbiamo messa alla prova durante qualche giro in moto analizzandone il confort e la qualità/modalità di ripresa.

Mediacom SkiMask HD com’è fatta

La maschera viene venduta all’interno di una confezione da esposizione illustrata, con un ampia apertura trasparente che permette di dare uno sguardo al prodotto anche prima di aprire la scatola. All’interno, insieme al manuale delle istruzioni in italiano ed inglese, troviamo il cavo miniUSB per la ricarica, gli occhiali con la mascherina a specchio già montata, ed una arancio-trasparente da cambiare all’occorrenza.

Presa in mano dà tutta l’impressione di essere un prodotto davvero ben fatto. Pesa all’incirca 255 grammi, la struttura è molto solida, in plastica dura con rifinitura gommata. Comodo – lo confermano i nostri test più avanti – è anche il nasello, nello stesso materiale gommato della struttura. La gommapiuma che entra a contatto con il volto è molto gradevole e si adatta perfettamente alla forma del viso, la fascia elastica è spessa e di ottima qualità, così come le due giunture in pelle e le cuciture che sembrano poter durare nel tempo anche a seguito di strattoni e torsioni.

Se non fosse che sul retro, esternamente alla fascia, trova posto anche un cavo a molla che collega la videocamera all’alimentazione, difficilmente ci si accorgerebbe che in realtà questa maschera ha, sul lato destro (sinistro per chi la guarda di fronte), una videocamera. Da questo lato troviamo, sull’area inferiore, uno sportello ermetico ed impermeabile che protegge l’ingresso della microSD e l’ingresso miniUSB per la ricarica degli occhiali. Dal lato opposto, due pulsanti per controllare l’accensione e l’acquisizione di foto e video.

Mediacom SkiMask HD come funziona

Non avendo l’attrezzatura da snowboard (e nemmeno la neve visto il periodo…) ci siamo limitati ad usarla per qualche breve ripresa di prova in casa e qualche test più approfondito in moto. Una volta ricaricata la batteria, la prima cosa da fare è regolare l’elastico in base alle dimensioni della propria testa (o del casco con cappello di lana compreso, nel caso di uso con snowboard) aiutandosi con la clip posteriore. L’elastico ha un’escursione molto ampia che di fatto permette di stabilizzare la maschera sia su un casco molto largo, come quello da cross utilizzato nelle nostre prove, sia sulla testa nuda, una prova che abbiamo fatto solo a dimostrazione del fatto che si può stringere ed allargare come si preferisce visto che passeggiare per le strade con una maschera da snowboard, specialmente in piena estate, non è il sogno di nessuno.

Adattata la maschera all’uso che se ne starà per fare, non resta che inserire una microSD ed interagire con i due tasti presenti sul lato destro. Uno, leggermente più grande, ON/OFF, accende e spegne gli occhiali con una pressione prolungata ed avvia/ferma la registrazione video con il singolo click. Un’altro, più piccolo, al singolo click permette di scattare una fotografia, anche mentre si sta registrando un filmato, senza comprometterne la registrazione.

Come spiegato, nella scatola è anche presente una seconda mascherina arancione, preferibile per l’uso notturno visto che quella specchiata funge anche da occhiali da sole respingendo parte della luce. Per rimuovere la mascherina è necessario aprire i due morsetti superiori e ruotare i due blocchi laterali, quindi fare forza per staccarla dalla struttura. Sarà poi necessario procedere al contrario per il montaggio della nuova mascherina.

Recensione Mediacom SkiMask HD

Mediacom SkiMask HD qualità video

Chi ha già letto la recensione degli SportGlass HD può anche saltare questo paragrafo in quanto la qualità di ripresa è identica. La mascherina monta infatti lo stesso sensore CMOS da 5 MP che garantisce una ripresa video in Full HD a 1080p e 30fps, il doppio (60fps) se si sceglie la modalità di ripresa a 720p. Soffre degli stessi piccoli problemi di aberrazione cromatica quando si riprende una scena in direzione del sole, tuttavia per una ripresa amatoriale e senza pretese non ha nulla da invidiare ad altri prodotti simili, perdendo solo forse leggermente nella qualità generale del video.

L’unica pecca a nostro avviso sta nella posizione della videocamera. Anziché centrale, come negli occhiali, qui si trova sulla destra. Non sarebbe neanche un problema se non fosse che è leggermente inclinata verso l’interno. Questo, come dimostra il filmato che segue, farà si che il filmato registrato tenderà leggermente a sinistra, di fatto “eliminando” quella porzione di spazio sulla destra che in realtà l’utente vede attraverso la maschera. Un punto di vista se non altro particolare, anche se avremmo forse preferito una videocamera parallela al nostro sguardo o ancor meglio posizionata centralmente proprio come con gli occhiali.

Mediacom SkiMask HD conclusioni

Crediamo che questo prodotto possa piacere a chi pratica snowboard e desidera registrare video senza dover montare una GoPro sul casco o attrezzarsi con un’action camera fissandola con una pettorina al corpo. Averla in testa significherà ridurre sensibilmente le vibrazioni, ottenendo così filmati molto fluidi. Il punto di forza sta senz’altro nella facilità d’uso: se infatti un’action camera sul casco richiede una configurazione iniziale, intesa come giusta inclinazione della ripresa, con questa mascherina è tutto reso più semplice dai pulsanti integrati nel lato destro. Un click per accenderla, un altro click per avviare la registrazione video o scattare una foto. Un segnale acustico confermerà all’utente l’effettiva accensione/spegnimento, così come la corretta acquisizione di una fotografia o l’avvio/stop della registrazione video.

Come gli occhiali, anche la SkiMask può essere migliorata. Il sistema di configurazione che sostanzialmente consiste nella modifica manuale di un file .txt che viene generato automaticamente all’interno della microSD può non essere inizialmente chiaro a tutti. Inoltre i file vengono memorizzati con una sigla sequenziale (FILE0001.MOV): ciò significa che, ogni volta che scaricherete i video sul computer, si ripartirà dal numero 1, quindi se avete intenzione di tenerli tutti in una cartella o registrate più sessioni dello stesso evento, tenete a mente di doverli rinominare prima della copia per non sovrascrivere i precedenti.

Un altro problema incontrato, quantomeno sul nostro MacBook Pro Retina 15’’ middle 2014 con OS X 10.10.3 Yosemite, riguarda l’impossibilità di riprodurre i filmati con QuickTime o con l’anteprima video nativa del Mac. Soltanto con VLC, o con Final Cut Pro X durante il montaggio video, siamo riusciti a visionarli, pur trattandosi di un file MOV.

Per finire, ci è sembrata piuttosto scomoda la rimozione della microSD. Il sistema “a molla” che respinge la scheda quando si cerca di estrarla funziona bene, tuttavia i bordi del cassetto sono troppo sporgenti e non si riesce ad afferrarla come si deve (per riuscirci ci siamo aiutati con delle pinzette).

Recensione Mediacom SkiMask HD
focus sulla videocamera

Prezzo al pubblico

Considerando che una maschera da sci può costare anche soltanto 25-30 euro, i 170 euro per la SkiMask HD possono probabilmente sembrare tanti. Tuttavia c’è da considerare il fatto che, costruttivamente parlando, è certamente paragonabile ad una maschera di buona qualità, che si trova generalmente sul mercato intorno ai 100 euro. Dalla parte sua ha però integrata anche la videocamera, motivo principale per cui si dovrebbe optare per un accessorio del genere piuttosto che per una mascherina da sci classica combinata ad un’action camera da agganciare al casco. Non dimenticate poi la facilità d’uso dettata dai due pulsanti laterali: è senz’altro questa la “killer feature” di questo particolare accessorio invernale.

Offerte Speciali

Tim Cook prevede difficoltà di approvvigionamento di iMac e iPad

Amazon sconta del 17% l’iMac, solo 1499 €

iMac M1 CPU 8 core e GPU 8 disponibile con sconto. Risparmio di 310€ grazie ad un ribasso del 17%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità