Spotify doppia Apple Music con 100 milioni di abbonati paganti

Gli abbonati paganti su Spotify sono ora ben 100 milioni, praticamente il doppio di quelli Apple Music. Ma nel confronto con la musica in streaming di Cupertino occorre tenere presente alcuni fattori fondamentali

Spotify doppia Apple Music con 100 milioni di abbonati paganti

Gli abbonati paganti di Spotify in tutto il mondo doppiano quelli di Apple Music, e raggiungono adesso quota 100 milioni. Ad annunciarlo è la stessa società durante la presentazione dei risultati finanziari. Ecco tutti i numeri della piattaforma di streaming musicale che, nei dati di inizio aprile, era stata per la prima volta superata in USA da Apple Music proprio per il numero di abbonati.

Gli utenti attivi mensili di Spotify sono cresciuti del 26%, con gli abbonati Premium che arrivano a quota 100 milioni, in crescita del 32% su base annuale, toccando il picco massimo registrato dalla società. Sicuramente, la performance è stata guidata dalle consistenti promozioni e dagli sconti proposti da Spotify in diversi paesi.

Questa indicazione arriva dagli stessi manager di Spotify che nei commenti ai risultati finanziari hanno sottolineato il grande successo degli sconti per gli abbonamenti familiari sia negli Stati Uniti che in Canada. Inoltre, la forte crescita è derivata anche dall’incremento della base installata Google Mini, anche qui per una promozione offerta in collaborazione con Google, oltre che dai bundle Spotify Premium + Hulu negli Stati Uniti.

Spotify ancor più drastico contro i furbetti che usano app pirata

Ed allora, mentre il numero di abbonati Apple Music, secondo le ultime stime, è pari a 50 milioni, dato riferito al gennaio scorso, Spotify raggiunge quota 100 milioni. C’è da dire che la crescita di utenza per Apple Music è sicuramente importante, pari a circa 10 milioni di utenti per la sola seconda metà del 2018.

Anche se in termini di numero di abbonati paganti al momento Spotify ha praticamente doppiato Apple Music, il confronto diretto rimane impossibile in termini di entrate e fatturato, questo proprio a causa delle numerose promozioni e dei forti sconti concessi da Spotify, praticamente inesistenti invece in Apple Music.

Da notare, che tra Spotify e Apple non è un periodo idilliaco. Spotify, infatti, ha presentato un reclamo ufficiale presso la Commissione europea contro l’azienda di Cupertino, accusandola di comportamenti anticoncorrenziali. Apple ha risposto in modo deciso, sostenendo che Spotify punta ad avere tutti i vantaggi di un’applicazione gratuita, senza essere realmente gratuita.

Le versioni più recenti di iOS consentono di controllare la musica riprodotta in ogni stanza, su HomePod, Apple TV o qualsiasi dispositivo iOS.

I due colossi, comunque, dovranno anche guardarsi dall’avanzata di Amazon, che grazie alla corazzata di altoparlanti intelligenti Amazon Echo cresce anche sul fronte della musica in streaming. Sembra inoltre che il colosso di Jeff Bezos stia progettando un nuovo servizio per proporre musica Hi-Fi in streaming, una offerta per il momento assente sia su spotify che su Apple Music.

Un aggiornamento sul business Apple Music potrebbe arrivare da Cupertino martedì 30 aprile durante la presentazione dei risultati finanziari Apple.