Steve Jobs in tv: “Così rendiamo facile la tecnologia complessa”

In una intervista al canale statunitense Cnbc, poche ore dopo il keynote di ieri, Steve Jobs ha parlato di quello che Apple sta facendo, dei traguardi e di varie altre cose.

Strano paese, gli Stati Uniti. Essere a San Francisco vuol anche dire accendere la televisione nella camera d’albergo e trovare Steve Jobs intervistato poche ore dopo che lo si è visto sul palco del Moscone Center. Vediamo in sintesi che cosa ha detto il fondatore e Ceo di Apple.

“Abbiamo deciso di realizzare l’iPod shuffle partendo dalla constatazione che l’anno scorso ci sono state tantissime persone, secondo le nostre ricerche, che utilizzavano l’iPod in modalità  shuffle”

“Noi cerchiamo l’eccellenza e quindi non abbiamo cercato di fare un altro lettore di musica digitale basato su memorie flash, bensì il più piccolo, il pi leggere e uno dei migliori al mondo”

Per quanto riguarda le batterie degli iPod, un anno e mezzo fino a due anni fa abbiamo avuto alcuni problemi, ma penso che siano stati molto ben risolti. (rivolto al giornalsta) Ma se ha ancora problemi, me lo faccia sapere e me ne prenderò cura”

“Pensiamo che il Mac mini rimuoverà  ancora un’altra barriera rispetto alla gente che vuole fare switch. Adesso si sa che possono provare il Mac al più basso prezzo di sempre”

“Il mondo dei computer si sta muovendo sempre più verso i media, e i media si muovono sempre più verso i computer con l’avvendo della musica digitale. Penso che si incontreranno nel mezzo e penso che Apple abbia la competenza per rendere le tecnologie che sono molto complesse sempre più semplici e alla portata di noialtri comuni mortali”.