fbpx
Home Macity Futuroscopio Tim Cook: «Non esiste la tecnologia per creare occhiali smart di qualità»

Tim Cook: «Non esiste la tecnologia per creare occhiali smart di qualità»

Intervistato dal sito The Independent, il CEO di Apple Tim Cook ha parlato, tra le altre cose, di Realtà Aumentata, tecnologia che gli sviluppatori ora hanno la possibilità di sfruttare con facilità sugli iPhone e iPad con l’ultima versione di iOS grazie a ARKit, un framework che permette di sfruttare le più recenti tecnologie di computer vision per realizzare contenuti virtuali dettagliati da sovrapporre a scene reali.

Sfruttando la Realtà Aumentata, Cook ha evidenziato la possibilità di realizzare esperienze di shopping più coinvolgenti, citando esempi di app che consentono di mischiare reale e virtuale ma anche app destinate al mondo dell’istruzione visualizzando a esempi dettagli sul sistema solare, il panorama che circonda l’utente, l’utilizzo nell’ambito dei giochi, ecc.

Cook ha ovviamente glissato quando si è parlato di prodotti in arrivo ma alla domanda su possibili futuri occhiali con integrati meccanismi per lo sfruttamento della Realtà Aumentata, ha risposto spiegando che a suo dire non esiste al momento una tecnologia che consente di sfruttare questi meccanismi con risultati di qualità. “La tecnologia richiesta per i display, e la necessità di inserire sul volto vari elementi, rappresentano un’enorme sfida” ha spiegato Cook. “Il campo visivo” utilizzabile e “la qualità stessa dei display” rappresenterebbero ancora un problema.

Il CEO ha spiegato ancora che Apple preferisce presentare un prodotto quando è possibile farlo al meglio, ribadendo di non volere a tutti i costi arrivare primi in un nuovo settore. “Vogliamo essere i migliori e offrire alle persone esperienze meravigliose”. “Tutto ciò che si potrebbe vedere sul mercato nell’immediato futuro non sarebbe qualcosa di cui saremmo soddisfatti. Né ritengo sarebbero soddisfatte la maggiorparte delle persone”.

Da tempo si vocifera che Apple sta lavorando su occhiali smart per la Realtà Aumentata. A luglio di quest’anno ha aggiornato i dettagli legati al marchio iCloud, indicando nuove classi merceologiche e ambiti legati a questo trademark chiedendo l’inclusione anche nelle classi che prevedono occhiali smart e auricolari. A gennaio di quest’anno è circolata voce di accordi con l’azienda tedesca Carl Zeiss AG per dispositivi destinati al settore della Realtà Aumentata.

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,206FollowerSegui