Cook intervistato, parla della segretezza in Apple e del vetro zaffiro

Tim Cook offre un'intervista a ABC News in occasione del 30° anniversario del Mac. Tra battute su un futuro anello smart, il CEO di Apple conferma l'interesse della società per il vetro zaffiro, oltre alla politica di segretezza che avvolge il ciclo di produzione di molti prodotti

In concomitanza e in occasione del 30° anniversario del Mac, il CEO di Apple Tim Cook ha concesso un’intervista a ABC News, durante la quale sono emersi dettagli interessanti sulla filosofia di Apple relativa alla segretezza e sui futuri progetti della casa di Cupertino. In parte le affermazioni di Cook sono state pronunciate in tono del tutto scherzoso, in altre invece si è parlato con la massima serietà. L’intervista integrale andrà in onda alle 18:30 sulla rete statunitense ABC, ma il promo che circola già da qualche ora in rete permette di prendere visione, almeno in parte, degli argomenti trattati.

Ad intervistare il CEO di Apple è il reporter David Muir. Il primo argomento trattato, degno di attenzione, è la recente apertura dello stabilimento di produzione a Mesa, in Arizona. Cook ha confermato che l’impianto in questione si occuperà della produzione di vetro zaffiro. Sotto domande incessanti del reporter Muir, che ipotizzavano come tale produzione potesse essere destinata alla costruzione di un iPhone più grande, il CEO di Apple ha ironicamente risposto: “Serve per un anello”. La battuta ha richiamato alla mente le voci su un possibile iRing, i cui rumor iniziati un anno fa hanno attirato solo molta ironia.

Mentre l’anello ironicamente richiamato da Cook non rientra certamente negli imminenti piani di Apple, l’amministratore delegato ha focalizzato l’intervista sulla segretezza che Apple tende ad utilizzare nel processo di produzione. Le persone rimangono molto più contente quando vengono sorprese, ha dichiarato Cook. Lo stesso ha poi confermato alcune voci circolanti su Apple, secondo le quali i dipendenti non possono raccontare nemmeno alle loro famiglie quello a cui stanno lavorando. Sempre in tono scherzoso, lo stesso CEO di Apple ha poi avvertito il reporter Muir che il badge consegnatogli per effettuare l’intervista nella sede Apple, non gli permetterà di accedere alle stanze segrete in cui si progettano dispositivi ancora misteriosi. Se la filosofia della segretezza ha sempre contraddistinto Apple negli anni passati, ultimamente non abbiamo assistito a delle vere e proprie presentazioni inaspettate. Ultimamente, i rumor circolanti in rete prima delle presentazioni ufficiali, si sono dimostrati davvero precisi. Basti pensare alla presentazione di iPhone 5, svelato da indiscrezioni in rete mesi e mesi prima.

Infine, nel promo circolante sull’intervista che andrà in onda questa sera alle 18:30 sull’emittente ABC, si apprende di come la sveglia di Cook suoni ogni mattina alle 3:45, così da permettergli la lettura di centinaia di email da parte dei clienti Apple. Prendere diretta visione dei commenti dei propri clienti, ha dichiarato Cook, è un vero privilegio.

cook_federighi_tribble